“Gloria al cibo”

Opinioni

“Gloria al cibo”

A cura di Gloria Cartelli

Mi chiamo Gloria, ho 34 anni e vivo a Lecce. Sono biologa nutrizionista, laureata in biotecnologie industriali presso l’Università degli studi di Pavia nell’aprile 2012. Studiando le biotecnologie agroalimentari mi sono appassionata di nutrizione e così ho proseguito i miei studi a Milano per frequentare un master in Nutrizione umana. Nel 2013 sono rientrata nella mia città d’origine, Lecce, in cui svolgo tutt’ora la libera professione in uno studio medico associato. Elaboro terapie alimentari personalizzate e i miei pazienti includono bambini di età scolastica ad adulti e sportivi. Aiuto e coinvolgo i miei pazienti a recuperare il naturale peso forma e al mantenimento del proprio stato di benessere attraverso una sana educazione alimentare. Il raggiungimento degli obiettivi si realizza attraverso un’attenta analisi dei bisogni nutritivi ed energetici del paziente che viene seguito, incontrato periodicamente nel mio studio e supportato emotivamente per il raggiungimento dei propri risultati. L’obiettivo è fornire una consulenza nutrizionale su misura, dettata in base alle caratteristiche specifiche del paziente quali l’età, le abitudini di vita e che sia personalizzata nel tempo

“Gloria al cibo”

Mela Pink Lady: ecco un'alleata della forma e del benessere

Con il loro sapore dolce e intenso, e la particolare colorazione rosacea della buccia, le mele Pink Lady sono di certo le varietà più largamente diffuse. Sono inoltre un concentrato di vitalità ricco di numerose proprietà nutrizionali

Le mele Pink Lady hanno avuto origine in Australia negli anni 70 e la varietà del frutto è ottenuta da un incrocio tra una mela australiana e una americana, rispettivamente la Lady Williams e la Golden Delicious.

La superficie esterna del frutto presenta una colorazione rossastra e rosa, con striature sul verde. Si tratta di una mela dall’ottima consistenza al palato, croccante e dal sapore dolce, con qualche nota più acida nel retrogusto. Il frutto ha una forma leggermente ovale e all’interno una polpa chiara. Questo tipo di mela deve le sue caratteristiche al metodo di coltura; infatti non viene raccolta dall’albero prima dei duecento giorni, in modo che abbia tutto il tempo per assorbire al massimo i raggi del sole. Le mele Pink Lady possono essere consumate fresche, ad esempio come spuntino pomeridiano, ma sono usate anche per la preparazione di dolci estivi, per prodotti da forno e abbinamenti con primi e secondi salati. Questa associazione è possibile, seppur queste mele mantengano un gusto molto dolce, proprio grazie al retrogusto acido.

Proprietà e benefici

Posseggono un benefico profilo nutrizionale: per 100 grammi di prodotto, si contano tra le 50 e le 60 calorie, un dato che tuttavia può variare anche in relazione al livello di maturazione. Hanno 13 grammi di carboidrati, 2 grammi di fibre e pochissimi valori di grassi e proteine. Sono ricche di sali minerali, come calcio, ferro, potassio e magnesio, nonché di vitamine del gruppo B, C ed E, quindi di polifenoli e antiossidanti. I polifenoli hanno un’azione antiossidante, antinfiammatoria e antitumorale e contribuiscono a un migliore controllo della glicemia. Questi polifenoli si concentrano soprattutto nella buccia; ecco perché è importante mangiare il frutto per intero.

Per quanto riguarda i benefici del loro consumo, il più rilevante è a livello dell’attività intestinale. Grazie al buon contenuto di fibre aiutano a regolarizzare il transito intestinale e a rafforzare la flora batterica; proprio grazie alla presenza di fibre, il loro consumo può ridurre l’assorbimento di zuccheri semplici provenienti da altri cibi. Inoltre, l’elevata disponibilità di vitamina C  è utile al rafforzamento delle difese immunitarie, soprattutto per prevenire i malanni di stagione.

Ricetta del giorno

Sfoglia alle mele

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 2 mele Pink Lady
  • 1 limone (sia succo che buccia)
  • 1 uovo

Procedimento:

Sbucciate le mele e privatele del picciolo e del torsolo, affettatele, versatele in un pentolino e aggiungete un goccio d’acqua. Quando si saranno sfaldate, aggiungete la buccia del limone grattugiato. Srotolate la pasta sfoglia e con un coltello ricavate dei quadrati di circa 10 cm per lato. Sistemate le mele al centro poi chiudete la sfoglia creando un triangolo. Sigillate per bene i bordi e sistemateli su una placca rivestita da carta forno. Sbattete un uovo in una ciotolina e spennellate i triangolini. Cuocete in forno già caldo a 200° C. per 15 minuti. Fate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.

Volete contattare Gloria Cartelli?

Scrivete a: cartelligloria@yahoo.it e visita il mio blog: www.gloriacartelli.blog

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mela Pink Lady: ecco un'alleata della forma e del benessere

LeccePrima è in caricamento