“Gloria al cibo”

“Gloria al cibo”

Olio di semi di canapa, elisir per il nostro benessere

Ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Cannabis sativa, l’olio di canapa è un olio vegetale ricco all’83% in acidi grassi essenziali dalle spiccate proprietà antiossidanti, immunomodulanti e antinfiammatorie e che conserva tutte le proprietà organolettiche e nutrizionali dei semi stessi

“Siamo quello che mangiamo” sosteneva già il filosofo tedesco Feuerbach a metà del 1800 e alla luce degli studi più recenti e accreditati aveva ragione: la salute si costruisce a tavola in base a quello che mangiamo.

Per capire questo concetto bisogna innanzitutto chiarire la differenza tra alimentazione e nutrizione. Con il termine alimentazione si intende l’atto del mangiare che ci consente di apportare energia al nostro organismo. Quando mangiamo, infatti, non facciamo altro che immettere “carburante” nel nostro corpo per consentirgli di svolgere tutti i processi che ci mantengono in vita. La nutrizione, invece, è un processo più complesso perché non si tratta del semplice atto di ingerire ma dell’insieme di tutti i processi biologici che consentono la scomposizione dell’alimento, l’assimilazione dei nutrienti e l’utilizzo di questi stessi per garantire la sopravvivenza e l’attività del corpo.

Purtroppo il modo di mangiare della società odierna sempre più ricco di chilocalorie, zuccheri, carboidrati raffinati, grassi e proteine di origine animale, ma povero di vitamine, fibre, micronutrienti, antiossidanti ha invece contribuito allo sviluppo delle malattie tipiche della nostra epoca, come l’obesità, il diabete, l’ipertensione, l’infarto del miocardio e altri tumori. Un corretto stile alimentare contribuisce a costruire, rafforzare, mantenere il corpo e a fornire l’energia quotidiana indispensabile al buon funzionamento dell’organismo. Una giusta alimentazione è dunque determinante per uno sviluppo fisico sano a partire dalla fase prenatale, per poi continuare durante l’infanzia e nelle fasi successive della vita.

Il protagonista

Ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Cannabis sativa, l’olio di canapa è un olio vegetale ricco all’83% in acidi grassi essenziali dalle spiccate proprietà antiossidanti, immunomodulanti e antinfiammatorie e che conserva tutte le proprietà organolettiche e nutrizionali dei semi stessi.

L’olio di canapa può essere considerato un “vaccino” nutrizionale, nel senso che ha tutti gli effetti di un alimento protettivo, introdotto quotidianamente nella propria dieta. Si presenta con un colore che varia dal verde chiaro al verde intenso, possiede un odore poco marcato ed un sapore molto gradevole che ricorda quello delle nocciole.

Per questa ragione è utilizzato per condire insalate, cereali, zuppe al posto o a fianco dell’olio extra vergine di oliva. In particolare, l’olio di semi di canapa è noto per il suo ottimale equilibrio tra omega 3 e omega 6: nessun altro alimento in natura è in grado di garantire una proporzione 3:1, rapporto raccomandato dalle ricerche mediche. Nell’olio di canapa sono presenti anche amminoacidi, numerose vitamine (tra cui la vitamina E con azione antiossidante) e fitosteroli e cannabidiolo che secondo le più recenti acquisizioni medico - scientifiche ha un’importante funzione di modulazione per quanto riguarda il sistema immunitario e le funzioni cognitive.

I benefici dell’olio di canapa

Un apporto quotidiano di olio di semi di canapa nella misura di 1 - 2 cucchiaino al giorno, a livello preventivo; da 2 a 3 (o anche più) cucchiai da distribuire nella giornata hanno dimostrato risultati eccellenti in caso di:

  • Disturbi del sistema osteoarticolare e muscolare: viene usato per la prevenzione e per la cura dell’artrosi e artriti, dolori muscolari e articolari;
  • Favorisce l’integrità e la funzionalità delle membrane cellulari;
  • Migliora il trofismo cutaneo: l’olio di semi di canapa ha azione regolatrice dell’infiammazione e della produzione di sebo (sebonormalizzante);
  • Disturbi cardiovascolari e del metabolismo: 4 - 5 cucchiaini al dì abbassano il colesterolo e trigliceridi nel sangue perché mantengono elastiche le pareti dei vasi sanguigni;
  • Squilibri del sistema ormonale femminile: cisti ovariche, dolori mestruali, utile anche per la sindrome premestruale e nella menopausa perché combatte l’osteoporosi;
  • Problemi di natura neurologica e psichica: rinforza il sistema nervoso e per tale ragione viene impiegato per curare problemi di apprendimento, deficit della memoria, difficoltà di concentrazione, ecc.

 A chi consigliare l’olio di semi di canapa?

  • A tutti coloro che vogliono ritrovare il proprio benessere ed equilibrio
  • Per prevenire l’eccesso di radicali liberi
  • Nei casi di ipercolesterolemia
  • Ideale per i soggetti affetti da disturbi dermatologici (acne, psoriasi, dermatiti)
  • Per le donne in caso di disturbi legati al ciclo mestruale
  • Suggerito agli sportivi, anziani e per i soggetti affetti da artrosi, artriti e dolori muscolari
  • Per il benessere cardiovascolare

Alimentazione ed infiammazione

Cattiva alimentazione, stress, stile di vita caotico e scarsa attività fisica sono alcuni dei più importanti fattori che incidono sulla qualità della nostra vita, alterando il nostro benessere ed equilibrio.

Perché è fondamentale l’equilibrio nutrizionale tra gli acidi grassi polinsaturi Omega 6 e Omega3?

Spesso siamo indotti a pensare che il corpo umano utilizzi i grassi ai soli fini energetici, in realtà gli Omega 3 e gli Omega 6 giocano un ruolo fondamentale nella formazione delle membrane cellulari.

Gli acidi grassi polinsaturi presenti in natura appartengono a due classi principali, quella degli Omega 6, presenti soprattutto negli oli di tipo vegetale e quella degli Omega 3. Entrambi i tipi sono definiti “essenziali”, in quanto necessari a uno stato di salute ottimale per il nostro organismo, che non è in grado di sintetizzarli. Mantenere un perfetto equilibrio nella dieta tra i due tipi di acidi grassi è indispensabile, perché gli Omega 3 hanno un’azione antinfiammatoria, al contrario degli Omega 6, che favoriscono invece l’infiammazione. La differenza fondamentale tra l’olio di canapa e gli altri oli impiegati nell’alimentazione è l’equilibrio tra Omega 3 e Omega 6, presenti in questo prezioso olio in un rapporto 3:1.

Alimenti pro-infiammatori:

Sono quelli che per le loro caratteristiche hanno la possibilità di peggiorare lo stato d’infiammazione. In genere si tratta di alimenti industriali molto elaborati che contengono tra gli ingredienti oltre a grassi saturi e colesterolo, anche additivi, coloranti, dolcificanti ed esaltatori di sapidità:

  • Dolci e merendine industriali
  • Zuppe pronte e dadi da brodo
  • Sughi pronti
  • Carni elaborate e salumi
  • Alcol
  • Alimenti snack

 Alimenti che riducono lo stato infiammatorio:

Sono quelli con molte fibre e alcuni micronutrienti contenuti in frutta e verdura:

  • Cereali, in particolare quelli integrali, oltre al riso, farro, orzo, avena, segale, grano saraceno
  • Frutta secca (mandorle e noci) e semi di lino e di zucca
  • Spezie antibatteriche (curcuma e zenzero)
  • Frutti rossi (per il loro elevato contenuto in polifenoli)

In generale il consiglio di variare il più possibile la nostra alimentazione è il principio cardine per garantire un’ottimale stato di salute e comprendere quanto l’alimentazione influisca sul nostro benessere.

Volete contattare Gloria Cartelli?

Scrivi a: cartelligloria@yahoo.it e visita il mio blog: www.gloriacartelli.blog

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento