“Gloria al cibo”

Opinioni

“Gloria al cibo”

A cura di Gloria Cartelli

Mi chiamo Gloria, ho 34 anni e vivo a Lecce. Sono biologa nutrizionista, laureata in biotecnologie industriali presso l’Università degli studi di Pavia nell’aprile 2012. Studiando le biotecnologie agroalimentari mi sono appassionata di nutrizione e così ho proseguito i miei studi a Milano per frequentare un master in Nutrizione umana. Nel 2013 sono rientrata nella mia città d’origine, Lecce, in cui svolgo tutt’ora la libera professione in uno studio medico associato. Elaboro terapie alimentari personalizzate e i miei pazienti includono bambini di età scolastica ad adulti e sportivi. Aiuto e coinvolgo i miei pazienti a recuperare il naturale peso forma e al mantenimento del proprio stato di benessere attraverso una sana educazione alimentare. Il raggiungimento degli obiettivi si realizza attraverso un’attenta analisi dei bisogni nutritivi ed energetici del paziente che viene seguito, incontrato periodicamente nel mio studio e supportato emotivamente per il raggiungimento dei propri risultati. L’obiettivo è fornire una consulenza nutrizionale su misura, dettata in base alle caratteristiche specifiche del paziente quali l’età, le abitudini di vita e che sia personalizzata nel tempo

“Gloria al cibo”

Dall’Oriente sulle nostre tavole, i mille benefici del riso rosso

Il più diffuso è quello integrale, ricco di fibre e sali minerali. Ha un notevole potere saziante ed è quindi perfetto per chi è a dieta. Non contiene glutine per cui può essere consumato anche dai celiaci

Il riso rosso è una varietà di cereale molto diffusa in Thailandia, Indonesia e in molti paesi orientali. E’ ricavato per fermentazione del comune riso ad opera di un particolare microrganismo chiamato “lievito rosso” (Genere Monascus e specie purpureus). Proprio durante la fermentazione il riso acquisisce le monacoline, sostanze che, oltre a conferirgli il tipico colore rosso, hanno la capacità di abbassare i livelli di colesterolo e regolare perciò la circolazione del sangue.

L’efficacia del riso rosso fermentato che abbassa i grassi nel sangue, in particolare il colesterolo, è dovuto ai residui metabolici lasciati dal lievito rosso; non si tratta perciò di una proprietà fitoterapica del cereale stesso. Più nello specifico, il lievito M. pupureus, nutrendosi, rilascia questi composti chiamati monacoline che somigliano per struttura alle ben note statine (i farmaci ipocolesterolemizzanti).

Anche l’assunzione dell’integratore di riso rosso fermentato è di aiuto per contrastare il colesterolo, che chiaramente da solo non basta. È fondamentale curare anche l’alimentazione e lo stile di vita e, nel caso specifico in cui si tengono a bada i livelli di colesterolo, è fondamentale l’associazione con gli omega-3.

Gli omega-3 rivestono un ruolo rilevante nel controllo del colesterolo; sono definiti “essenziali” perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli e quindi occorre introdurli attraverso la dieta. Il loro ruolo è fondamentale per:

  • Evitare l’accumulo di trigliceridi e colesterolo sulle pareti arteriose.
  • Proteggere il sistema cardiovascolare: infatti il sangue, reso più fluido dall’assenza dei grassi cattivi, circola meglio.
  • Controllare la pressione arteriosa, mantenendo fluide le membrane delle cellule e conferendo elasticità alle pareti arteriose.

Riso bianco, integrale o rosso?

Il riso integrale e il riso rosso sono abbastanza simili sotto il profilo nutrizionale. Entrambi sono fonti di fibre, vitamine del gruppo B, calcio, zinco, ferro, selenio e magnesio.

Ciò che distingue la varietà rossa dalla sua controparte marrone è che la prima risulta arricchita con antiossidanti che possono aiutare a combattere i radicali liberi dannosi al nostro organismo. il riso bianco è costituito soprattutto da amido. A causa delle lavorazioni che subisce, è privo di alcune vitamine, in particolare del gruppo B.

Come cucinarlo?

Il riso rosso va bollito o cotto al vapore come ogni altro tipo di riso. Non si presta molto bene ad essere risottato, ma è invece perfetto per preparare piatti freddi ricchi di verdure, carne o pesce e può essere utilizzato come accompagnamento di ricette particolarmente condite al posto del classico riso basmati.

Ricetta del giorno

Riso rosso integrale con zucchine e curry

Si prepara facendo rosolare le zucchine in padella con un po’ di olio mentre il riso verrà lessato in padella ed unito alle zucchine per completare la cottura.

Ingredienti per due persone:

  • Riso rosso 160 grammi
  • 3 zucchine medie
  • curry q.b.
  • sale e olio evo q.b.

Procedimento:

in una padella versare un poco di olio evo e aggiungere le zucchine tagliate a tocchetti. Far cuocere le zucchine per 10 minuti circa facendo attenzione di non far diventare le zucchine troppo molli. Aggiungere la quantità di curry a proprio gradimento.

Una volta cotto il riso, scolarlo e versarlo nella padella con le zucchine; mescolare bene e lasciare insaporire 5 minuti a fuoco medio.

Volete contattare Gloria Cartelli?

Scrivete a: cartelligloria@yahoo.it e visita il mio blog: www.gloriacartelli.blog

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall’Oriente sulle nostre tavole, i mille benefici del riso rosso

LeccePrima è in caricamento