rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
“Gloria al cibo”

Opinioni

“Gloria al cibo”

A cura di Gloria Cartelli

Mi chiamo Gloria, ho 34 anni e vivo a Lecce. Sono biologa nutrizionista, laureata in biotecnologie industriali presso l’Università degli studi di Pavia nell’aprile 2012. Studiando le biotecnologie agroalimentari mi sono appassionata di nutrizione e così ho proseguito i miei studi a Milano per frequentare un master in Nutrizione umana. Nel 2013 sono rientrata nella mia città d’origine, Lecce, in cui svolgo tutt’ora la libera professione in uno studio medico associato. Elaboro terapie alimentari personalizzate e i miei pazienti includono bambini di età scolastica ad adulti e sportivi. Aiuto e coinvolgo i miei pazienti a recuperare il naturale peso forma e al mantenimento del proprio stato di benessere attraverso una sana educazione alimentare. Il raggiungimento degli obiettivi si realizza attraverso un’attenta analisi dei bisogni nutritivi ed energetici del paziente che viene seguito, incontrato periodicamente nel mio studio e supportato emotivamente per il raggiungimento dei propri risultati. L’obiettivo è fornire una consulenza nutrizionale su misura, dettata in base alle caratteristiche specifiche del paziente quali l’età, le abitudini di vita e che sia personalizzata nel tempo

“Gloria al cibo”

I semi della salute: quali sono, che proprietà posseggono?

Sono piccolissimi, ma estremamente ricchi di proteine, fibre vegetali e acidi grassi essenziali che li rendono in grado di aiutare l’organismo nella prevenzione di malattie. Si tratta dei semi con cui poter arricchire la propria alimentazione, aggiungendoli allo yogurt della prima colazione o nelle varie pietanze salate

L’interesse nei confronti di un’alimentazione sana è ormai il primo requisito per garantirci un benessere psicofisico e uno stato di salute ottimale. In particolare, è fondamentale integrare i pasti con alimenti ricchi di nutrienti che facciano bene alla nostra salute. I semi, ad esempio, sono alimenti dalle notevoli virtù. Essi, rappresentano il nutrimento e l’origine della pianta e al loro interno sono racchiusi molti minerali, fibre, vitamine e sostanze preziose che permettono di equilibrare la pressione sanguigna e facilitare il transito intestinale. Ogni seme racchiude un enorme potenziale energetico. L’energia del seme si esprime, in termini biochimici, sotto forma di acidi grassi essenziali, i cosiddetti grassi “buoni” che assicurano il regolare funzionamento del sistema nervoso.

Semi di lino

Sono ricchi di sali minerali e acidi grassi essenziali, ma la loro caratteristica è l’alto contenuto di mucillagine, sostanza che serve alla pianta per trattenere l’acqua preservandola dalla siccità. Grazie all’alta percentuale di questa sostanza sono consigliati in caso di stipsi perché in grado di svolgere azione lassativa.

Semi di chia

Questi semi forniscono molta energia e sono tra gli alimenti più ricchi di calcio. Grazie al loro alto contenuto di sali minerali, vitamine e acidi grassi essenziali sono dei potenti antiossidanti che aiutano il nostro organismo a mantenersi forte. Regolarmente assunti hanno il potere di riequilibrare i livelli di zucchero e colesterolo nel sangue, regolando così la pressione sanguigna e riducendo il rischio di malattie cardiovascolari. 

Semi di zucca

Ricchi di zinco, acidi grassi essenziali, magnesio, ferro, amminoacidi e fibre sono dei veri e propri superfood. L’alta percentuale di zinco contenuta nei semi di zucca, oltre a rinforzare unghie e capelli, funge da corazza per il sistema immunitario. Grazie alla presenza di omega 3 hanno anche proprietà antinfiammatorie e aiutano ad abbassare il colesterolo. 

Semi di girasole

La loro assunzione è utile per coloro che desiderano migliorare la propria digestione accrescendo l’apporto di fibre vegetali attraverso la propria alimentazione. Sono inoltre ricchi di acido folico, nutriente essenziale per le donne in gravidanza; inoltre, contengono rame, selenio e vitamina E.

Semi, come assimilarli al meglio?

Per favorirne la digestione e assimilare i loro nutrienti è consigliato macinarli prima di aggiungerli alle pietanze. Questo può avvenire con un mortaio, un frullatore e semplicemente ponendoli in un macinino come quello usato per il sale.

Usi in cucina

Oltre ad utilizzarli per guarnire pietanze, insalate e frullati, è possibile anche fare un ottimo pane oppure biscotti, crackers e focacce. Per renderli croccanti ed esaltarne il sapore si possono tostare per pochissimi minuti in una padella antiaderente o in forno ad una temperatura non superiore ai 160°C. Un’altra caratteristica è che vengono utilizzati per rilassare la mente come antistress naturale; a tal proposito un ottimo modo è preparali sotto forma di infuso, da bere la sera prima di andare a letto.

Volete contattare Gloria Cartelli?

Scrivete a: cartelligloria@yahoo.it e visita il mio blog: www.gloriacartelli.blog

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I semi della salute: quali sono, che proprietà posseggono?

LeccePrima è in caricamento