menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La spesa di gennaio: salvaguardare l’organismo dopo le feste

Lasciate le feste alle spalle, è ora di salvaguardare l’organismo stressato da ricchi pranzi e cenoni. Infatti, una volta liberato il campo da tentazioni e prodotti che rischiano di diventare superflui, è tempo di ripopolare la nostra cucina con alimenti utili ad un regime alimentare più sano

Lasciate le feste alle spalle, è ora di salvaguardare l’organismo stressato da ricchi pranzi e cenoni. Infatti, una volta liberato il campo da tentazioni e prodotti che rischiano di diventare superflui, è tempo di ripopolare la nostra cucina con alimenti utili ad un regime alimentare più sano.

Innanzitutto facciamo scorta di spezie ed erbe aromatiche, perfette per dare sapore ai nostri piatti limitando così l’utilizzo del sale (il maggiore nemico della dieta e non solo!).

Perciò via livera allo zenzero, da aggiungere ai nostri alimenti e da bere nelle tisane; è una delle più antiche spezie dalla potente azione decongestionante, in previsione di eventuali raffreddori invernali. Benefiche anche la curcuma, il peperoncino, lo zafferano e il cumino. Tra le erbe aromatiche invece prezzemolo, salvia e rosmarino possono essere incluse nella nostra spesa.

Il periodo post-feste

Parliamo della spesa di gennaio. Se c’è una cosa sulla quale tutti siamo d’accordo è nel dire che la stagionalità della frutta e della verdura gioca un ruolo di tipo “protettivo” nei confronti delle malattie cronico-degenerative. Vuol dire che tra due persone entrambe fumatrici o entrambe in sovrappeso, la persona che consuma cibi seguendo la stagionalità gode di maggior protezione verso ipercolesterolemia, diabete, obesità e infiammazioni in generale.

Cucinare limitando il consumo di sale è il primo passo verso un percorso disintossicante dopo il periodo delle festività; percorso alimentare finalizzato alla depurazione dell’organismo dalle tossine. Tale regime alimentare non è tanto mirato alla perdita del peso, quanto a migliorare l’idratazione corporea e la pulizia di reni, fegato e pelle, riconquistando così un generale stato di benessere corporeo.

Oltre ad un regime alimentare ipocalorico, è opportuno seguire alcuni accorgimenti pratici. Moderare l’alcol a tavola è il primo step per non appesantire il nostro fegato. Diamo preferenza ai cereali integrali, mettendo da parte prodotti da forno che sono ad alto contenuto di sodio. Per quanto riguarda i nostri secondi è bene scegliere carne dal taglio magro; tuttavia se in questi giorni si è ecceduto con il suo consumo è preferibile mangiare uova e pesce azzurro, dalle innumerevoli proprietà benefiche

La frutta di stagione

Nella lista della spesa di gennaio ecco la frutta di stagione da non farsi mai mancare. Quindi via libera ad arance, mandarini, kiwi, mele e pere che rappresentano i protagonisti dei nostri spuntini. In particolare l’arancia, principale frutto dell’inverno, è ricca di proprietà. Ricca di vitamina C e bioflavonoidi è importante a rafforzare il nostro sistema immunitario e a proteggerci dai malanni di stagione.  

Anche le mele, protagoniste indiscusse della stagione fredda, rientrano nella nostra lista; infatti le tante tipologie di questo frutto svelano le varie proprietà benefiche che contengono. La mela ha poche proteine e grassi quasi del tutto assenti; è ricca altresì di potassio, vitamina B e B1 che combatte inappetenza, stanchezza e nervosismo, mentre la B2 favorisce la digestione. Inoltre ha in abbondanza acido citrico e acido malico. Tra i frutti invernali è doveroso ricordare anche il kiwi e il pompelmo.

La verdura di stagione

Il re della spesa di gennaio è sicuramente il broccolo; ricchi di fibre ed acqua, i broccoli aiutano a depurare il nostro organismo e a ridurre la ritenzione idrica, oltre a fornire il pieno di vitamina C e sali minerali. Largo anche al cavolfiore, alla verza, al cavolo romano, ai cavoletti di Bruxelles, al cavolo cappuccio, alle cicorie e alle rape. Quest’ultima verdura, fiore all’occhiello della nostra tradizione culinaria, è un remineralizzante naturale: contiene calcio, fosforo, ferro, vitamina A, B2 e C. Inoltre la sua assunzione è particolarmente indicata in gravidanza per il suo elevato apporto in acido folico. Anche la barbabietola rossa è molto indicata per un’alimentazione sana poiché è depurativa, mineralizzante, antisettica e ricostituente. I finocchi godono di notorietà perché sono uno dei principali ortaggi utili ad espellere il nostro organismo dalle tossine, stimolando la diuresi. Insomma, se usati abitualmente, il nostro fegato ci sarà grato!

Infine per scaldarsi e non mangiare fuori dai pasti, le tisane e il tè. Riscaldano, rilassano, sono depurativi e spesso anche antiossidanti (come il tè verde). Ideali nel pomeriggio o prima di andare a letto.

Volete contattare Gloria Cartelli?

Scrivete a: cartelligloria@yahoo.it e visita il mio blog: www.gloriacartelli.blog

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento