Sabato, 25 Settembre 2021
“Gloria al cibo”

Opinioni

“Gloria al cibo”

A cura di Gloria Cartelli

Mi chiamo Gloria, ho 34 anni e vivo a Lecce. Sono biologa nutrizionista, laureata in biotecnologie industriali presso l’Università degli studi di Pavia nell’aprile 2012. Studiando le biotecnologie agroalimentari mi sono appassionata di nutrizione e così ho proseguito i miei studi a Milano per frequentare un master in Nutrizione umana. Nel 2013 sono rientrata nella mia città d’origine, Lecce, in cui svolgo tutt’ora la libera professione in uno studio medico associato. Elaboro terapie alimentari personalizzate e i miei pazienti includono bambini di età scolastica ad adulti e sportivi. Aiuto e coinvolgo i miei pazienti a recuperare il naturale peso forma e al mantenimento del proprio stato di benessere attraverso una sana educazione alimentare. Il raggiungimento degli obiettivi si realizza attraverso un’attenta analisi dei bisogni nutritivi ed energetici del paziente che viene seguito, incontrato periodicamente nel mio studio e supportato emotivamente per il raggiungimento dei propri risultati. L’obiettivo è fornire una consulenza nutrizionale su misura, dettata in base alle caratteristiche specifiche del paziente quali l’età, le abitudini di vita e che sia personalizzata nel tempo

“Gloria al cibo”

Proprietà dell’uva: preziosa alleata della salute, ma attenti agli zuccheri

L’uva è un frutto abbastanza zuccherino ma non è vero che sia troppo calorica: 100 grammi danno 65kcal e può essere consumata anche nei regimi dimagranti. I sali minerali contenuti nell’uva sono utili per la formazione dell’emoglobina, per stimolare la secrezione della bile e per favorire la digestione; inoltre i sali minerali (potassio) fungono da diuretici e rimineralizzanti

Sono molti i benefici dell’uva grazie al suo elevato contenuto in vitamine e sostanze antiossidanti. Si tratta del frutto della vite (Vitis vinifera), di cui gli acini sono i veri frutti, mentre il grappolo corrisponde all’infruttescenza, ovvero un insieme di frutti.

Un componente dell’uva molto importante è il resveratrolo, ossia un fenolo contenuto nella buccia avente importanti proprietà benefiche sull’organismo.

I pigmenti responsabili dei colori differenti delle bucce d’uva si formano durante l’invaiatura, cioè il processo che porta alla maturazione

Calorie

L’uva contiene circa 60 kcal ogni 100 grammi. Nella sua composizione sono presenti: acqua (70-80%), zuccheri (15-20%), fibre e sali minerali (tra cui calcio, ferro, magnesio, fosforo e potassio). In generale è uno dei frutti più zuccherini e per tale motivo è preferibile consumare lontano dai pasti, poiché, abbinata ad altri alimenti, può alzare in modo significativo il carico glicemico del pasto. Molto meglio durante lo spuntino di metà mattina o merenda del pomeriggio, magari in abbinamento ad una piccola manciata di frutta secca. 

Uva bianca o nera?

Non esistono grandi differenze tra uve bianche e uve nere: c’è solo una maggiore ricchezza in termini di ferro e flavonoidi nelle uve nere che si raccomanda per migliorare la circolazione del sangue e per fortificare i vasi sanguigni. Il colore violaceo dell’uva nera indica che contiene una grande quantità di antiossidanti; inoltre ha elevate quantità di fibre e agisce come lassativo. L’uva nera è anche consigliata in gravidanza in quanto produce acido folico (la cui integrazione è fondamentale per la salute del nascituro).

In cucina

In cucina si utilizzano tutte le tipologie di uva e ogni suo derivato: il vino, che può essere di varia gradazione alcolica, il succo d’uva che è analcolico, l’uva da tavola e l’uva passa. Il vino è un ingrediente fondamentale di sughi e salse che accompagnano sia carne che pesce; si utilizza nel risotto come nell’arrosto, l’importante è “cuocerlo” il tempo necessario per fare evaporare l’alcool. Per quanto riguarda l’uva, non deve essere relegata alla semplice macedonia. Si possono fare marmellate, torte e biscotti, mentre l’uva passa (uva essiccata) si trova in tantissimi dolci ma è anche diffusa in piatti salati.

Controindicazioni

L’uva va consumata con moderazione da chi soffre di ulcera, colite, patologie renali e diabete, soprattutto l’uva nera che ha un alto contenuto di zuccheri.

Volete contattare Gloria Cartelli?

Scrivete a: cartelligloria@yahoo.it e visita il mio blog: www.gloriacartelli.blog

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proprietà dell’uva: preziosa alleata della salute, ma attenti agli zuccheri

LeccePrima è in caricamento