rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024

Terza Pagina

A cura di Redazione

Terza Pagina

DiClassica, un podcast che racconta vita e opera di otto musiciste e compositrici

Da un’idea della salentina Margherita Macrì, si sofferma su Julia Wolfe, Dora Pejačević, Amy Beach, Metaura Torricelli, Chen Yi, Sophie Menter, Sofja Gubaidulina e Silvya Caduff

Le compositrici e le direttrici d’orchestra sono sempre state poche rispetto agli uomini e principalmente per quel processo sistematico di cancellazione del femminile dalle arti e dalla letteratura frutto di un puro fattore culturale. In particolare nel mondo della musica, fino a pochi decenni fa infatti, le donne erano quasi escluse dal suo studio e dai suoi mestieri. Eppure la storia della musica senza donne sarebbe una storia incompleta dato che sono molte le musiciste ad aver scardinato le convenzioni sociali e culturali e ad aver dato un importante contributo all’evoluzione del pensiero musicale e delle sue pratiche. Troppo spesso, ancora oggi, queste donne non sono conosciute e valorizzate da cui questo prezioso progetto che colma questo imperdonabile vuoto raccontando la vita e l’opera di 8 musiciste e compositrici degli ultimi due secoli. Otto donne legate alla musica colta e spesso dimenticate dalla cultura mainstream: Julia Wolfe, Dora Pejačević, Amy Beach, Metaura Torricelli, Chen Yi, Sophie Menter, Sofja Gubaidulina e Silvya Caduff.

DiClassica è un podcast composto da 8 puntate, ognuna puntata ha una durata compresa tra i 15 e i 20 minuti. La voce che ci accompagna alla scoperta di queste otto figure straordinarie e ci introduce all’esecuzione musicale di alcuni brani selezionati è di Valentina Lo Surdo.  Idea e parole sono di Margherita Macrì, la direzione artistica di Roberta Pandolfi e la direzione musicale di Francesca Perrotta in collaborazione con il Conservatorio Rossini di Pesaro e il Comune di Fossombrone. La sigla è di Michael Fioretti. DiClassica è una produzione di Pesaro Capitale Italiana della Cultura 2024 e dell’Orchestra Olimpia .

Per ascoltare basta cliccare i titoli delle puntate di seguito elencate:

Venerdì 8 marzo 2024 Julia Wolfe (1958 - ): Una ribelle della musica classica.

La puntata racconta la vita e l'opera della compositrice americana Julia Wolfe mettendo in luce il suo audace approccio alla fusione di stili musicali. Wolfe è riconosciuta per la sua influenza nel post-minimalismo newyorkese e per la sua capacità di trasmettere dramma e intensità grazie a un’infinità di strumenti e sonorità. La puntata esplora anche Anthracite Fields l’opera che le valse il Pulitzer nel 2015 e presenta l’esecuzione di East Broadway e il primo movimento di Her Story con una citazione di una delle lettere di Abigail Adams, la seconda first lady americana e attivista per i diritti delle donne alla fine del ‘700.

Martedì 12 marzo 2024 Dora Pejačević (1885-1923): Una compositrice antisistema.

La puntata dedicata a Dora Pejacevic esplora la vita e la carriera della compositrice croata del XX secolo. Cresciuta in una famiglia aristocratica, Pejacevic ha sfidato gli schemi sociali dedicandosi alla musica. Aver svolto il ruolo di infermiera durante la Prima Guerra Mondiale ha accentuato la sua visione antiaristocratica. Vengono eseguite le opere Blumenleben e il Quintetto per archi e pianoforte, che riflettono il suo stile tardo romantico.

Venerdì 15 marzo 2024 Amy Beach (1867-1944): Il prodigio americano.

Nella puntata dedicata a Amy Beach, si narra la straordinaria storia della prima compositrice statunitense a scrivere una sinfonia. La sua infanzia prodigiosa e il matrimonio con il medico Henry Harris Aubrey Beach sono raccontati attraverso il brano Ah, Love but a Day’ Contenuto finale e il Quartetto per archi in un solo movimento del 1921, ispirato a melodie inuit dell'Alaska.

Martedì 19 marzo 2024 Metaura Torricelli (1867-1893) : Il prototipo della perfezione.

Protagonista di questa puntata è Metaura Torricelli, una straordinaria violinista del XIX secolo. Attraverso i il suo talento emerge quel dualismo artistico, tra virtuosismo ed espressione emotiva, che l’ha caratterizzata. Originaria di Fossombrone, ha trionfato in Europa e negli Stati Uniti, eseguendo brani come il Capriccio n. 13 di Paganini presente nel podcast. La sua biografia è stata ricostruita attraverso lo studio di fonti dell'epoca e l’accurato lavoro delle studiose Marina Bartoli e Caterina Veddovi. In chiusura è possibile ascoltare anche Kol Nidrei di Max Bruch.

Venerdì 22 marzo Chen Yi: La tradizione cinese incontra l'Occidente.

La quinta puntata di DiClassica è dedicata a Chen Yi, alla vita straordinaria e alla carriera della celebre compositrice cinese. Cresciuta in una famiglia di medici e musicisti, ha vissuto l'era della Rivoluzione culturale di Mao, sperimentando la reclusione e il lavoro forzato. Dopo aver studiato composizione al Conservatorio di Pechino, è emigrata negli Stati Uniti e lì ha potuto esplorare la fusione tra le tradizioni musicali orientali e occidentali. Vengono eseguiti i brani Shuo e Mountain Song per oboe solo.

Martedì 26 marzo Sophie Menter (1846-1918): La pianista dei gatti.

La puntata esplora la vita e la carriera della pianista tedesca Sophie Menter, virtuosa straordinaria e allieva prediletta di Franz Liszt. Attraverso il legame con Liszt e il suo talento unico, Menter ha lasciato un'impronta indelebile nella musica del suo tempo. La puntata include l'ascolto di Consolation op. 10 e Waltz for Claudio Arrau, brani che evidenziano la sua versatilità e il suo virtuosismo come compositrice.

Venerdì 29 marzo Sofja Gubaidulina (1931) : Scegliere la strada sbagliata.

La puntata presenta la vita e la carriera della compositrice russa Sofja Gubaidulina. Cresciuta in condizioni difficili durante il periodo stalinista, la musica per Gubaidulina è stata un rifugio e uno scopo. Proprio grazie alla sua musica, caratterizzata da profonda spiritualità e simbolismo, ha saputo sfidare le convenzioni sovietiche. La puntata include l’ascolto dell’ultimo movimento di Sieben Worte e un estratto da Et Expecto, btani che mettono in luce la sua capacità di usare in maniera creativa strumenti e combinazioni insolite.

Uscita: martedì 2 aprile Silvya Caduff : Direttrice, non direttore.

L’ultima puntata della prima serie di DiClassica, il progetto prevede infatti ulteriori puntate in futuro, racconta la storia di Sylvia Caduff, una pioniera come direttrice d'orchestra nel mondo della musica classica. Nata in Svizzera nel 1937, Caduff supera pregiudizi di genere e vince il Concorso di Direzione d'Orchestra Mitropoulos nel 1965. Dopo essere stata assistente di Leonard Bernstein alla Filarmonica di New York, nel 1978 diventa la prima donna a dirigere l'Orchestra Filarmonica di Berlino. La puntata include anche un estratto di Sinfonia n. 39 in mi bemolle maggiore di Mozart diretta da Caduff negli anni Ottanta, e si chiude con un invito a tutte le donne dalla sua viva voce.

Margherita Macrì ha coordinato per diversi anni l’Associazione Pugliese Editori. Dal 2011 al 2020 ha lavorato nella redazione di Fazi Editore, occupandosi di correzione di bozze, editing, revisione di traduzioni e scrittura di paratesti. Attualmente insegna italiano e lavora come freelance con molte realtà editoriali nazionali e locali, tra cui Fazi Editore, Rizzoli, Atlantide, Italo Svevo, RDF.

Ha scritto per Artribune, minima&moralia, studioconcreto, Lamantice, e ha curato diverse pubblicazioni indipendenti. È nel collettivo 42linee, che pubblica “effe – periodico di altre narratività” e tra i fondatori di Krill Books. È membro di bstudio_creativelab, che si occupa di pubblicazioni editoriali autoprodotte.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

DiClassica, un podcast che racconta vita e opera di otto musiciste e compositrici

LeccePrima è in caricamento