Sbrinare il freezer in modo semplice

Se segui i nostri consigli, se hai un pomeriggio libero dedicalo a questa attività un po' noiosa ma fondamentale

Il freezer, come il frigorifero, andrebbe sbrinato e pulito almeno ogni 6 mesi. Se vi preoccupate delle pietanze che avete surgelato e non volete perderle allora vi proponiamo due metodi veloci, quello della pentola e quello dell’asciugacapelli.

Iniziamo dal procurarci tutto ciò di cui avremo bisogno.

1. Un contenitore per conservare gli alimenti durante lo sbrinamento e la pulizia

Raccogli tutte le borse termiche che hai in casa, vanno bene anche quelle fornite dai supermercati per la spesa, ma ricorda che sono fatte per trasportare gli alimenti in brevi tragitti, non oltre le 2 ore.

In alternativa ai contenitori termici, puoi preparare una bacinella piena di acqua fredda, ghiaccio e mattonelle per il freddo, in cui conserverai gli alimenti surgelati raccolti dentro sacchetti di plastica. È un ottimo sistema per limitare la dispersione del freddo che gli alimenti hanno immagazzinato.

2. Prodotti per la pulizia specifici

In commercio esistono ottimi prodotti specifici per la pulizia del frigorifero, quindi adatti anche ai freezer. Di norma hanno proprietà sgrassanti, igienizzanti e anti-odore e possono essere utilizzati con una panno morbido non abrasivo.

Se preferisci i rimedi naturali, prepara una soluzione di aceto e acqua tiepida, perfetta per pulire a fondo gli interni dell’elettrodomestico e lasciare un buon profumo di freschezza.

3. Spatola di plastica anti-ghiaccio

Per rimuovere rapidamente le lastre di ghiaccio formatesi all’interno del tuo freezer potrai senz’altro aiutarti con uno strumento che le scalfisca. Il migliore, per efficacia e delicatezza, è la classica spatola anti-ghiaccio che si usa anche per sbrinare i parabrezza dell’auto nelle fredde mattine d’inverno.

Se non ne hai una in casa puoi sempre usare una bacchetta di bambù avanzata da un pasto cinese take-away, visto che l'estremità smussata e il materiale la rendono comunque sufficientemente delicata per le pareti del freezer. L’importante è che tu non utilizzi strumenti di metallo che potrebbero danneggiare le superfici del congelatore.

4. Una fonte di calore intenso, in sicurezza

L’ingrediente chiave di uno sbrinamento rapido del freezer è una fonte di calore intenso. Per ottenerla hai due possibilità:

  • la prima è riscaldare due o tre casserruole d’acqua fino a portare l’acqua all’ebollizione
  • la seconda è usare il getto di un asciugacapelli

Come utilizzare queste due fonti in tutta sicurezza

Comincia con il portare la temperatura del congelatore al minimo, usando la manopola o i pulsanti termoregolatori. Poi, tenendo la porta aperta e lasciando che la temperatura interna scenda naturalmente, svuota completamente il freezer, e trasferisci gli alimenti nei contenitori appositi preparati in anticipo, che siano le borse frigo o la bacinella refrigerante.

Posiziona ai piedi del congelatore alcuni stracci per raccogliere eventuale acqua che colerà fuori durante lo sbrinamento. Quando il freezer è vuoto stacca la spina di alimentazione e procedi con il trattamento con la tua fonte di calore prescelta:

  • se usi le pentole di acqua bollente, inseriscile sui ripiani del congelatore e chiudi la porta, affinché possano agire rapidamente. Dopo circa 30 minuti apri la porta e aiutandoti con la spatola elimina tutte le lastre di ghiaccio che si saranno nel frattempo staccate dalla superficie interna del congelatore.
  • se usi l'asciugacapelli, dirigi il getto a massima potenza verso l’interno del freezer, tenendo la porta in fessura. In questo modo non solo il calore agirà più rapidamente ma l’asciugacapelli non rischierà di bagnarsi.

Una volta eliminato il ghiaccio dall’interno del congelatore, smontane tutti i ripiani e pulisci pareti, ripiani e cassetti con molta cura, usando il detergente dedicato. Ricorda di lavare a fondo anche le guarnizioni e poi di asciugare perfettamente tutto.

Questo tipo di pulizia non dovrebbe portarti via più di un'ora al massimo, quindi gli alimenti dovrebbero essere ancora perfettamente conservati e adatti ad essere riposti nel congelatore. Se prendendoli in mano ti accorgi che si sono ammorbiditi, riponili in frigorifero e cucinali nelle 24 ore successive. Se si tratta di ingredienti base puoi sempre usarli per preparare pietanze cotte che congelino in un secondo momento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale, decorare il giardino

  • Amazon, le migliori offerte del Black Friday per la casa

  • Caminetto, idee per decorarlo a Natale

  • Natale in sicurezza, i consigli per proteggere la famiglia

  • Addio digitale terrestre, cosa cambia per i televisori

  • Vero o artificiale, scegli il tuo Albero

Torna su
LeccePrima è in caricamento