Riscaldamento condominiale 2020: quando si accende e fasce orarie

Lecce rientra nella fascia C e la legge prevede l’accensione dei caloriferi per il 15 novembre

I riscaldamenti si accendono a partire dalla metà del mese di ottobre e fino almeno al mese di marzo dell’anno successivo, ma esistono alcune date specifiche per ciascuna città italiana: a Lecce, per esempio, i caloriferi si accenderanno a partire da domenica il 15 novembre 2020 e fino a mercoledì 31 marzo 2021, con il massimo di accensione riscaldamento giornaliero è di 10 ore.

A stabilirlo è il d.p.r numero 412 del 1993 e la legge numero 10 del 1991 che regolano l’accensione del riscaldamento condominiale e suddivide il territorio italiano in diverse zone differenziate per il clima e per le temperature. 

Il criterio di ripartizione è la temperatura media registrata durante l'anno precedente. Per questo motivo, alcuni luoghi e alcune Regioni potranno accendere i caloriferi già a partire da metà ottobre (il 15 ottobre è la prima data utile), mentre per altre Regioni occorrerà attendere l’arrivo di temperature più fredde (l’ultima accensione è prevista per il 1° dicembre).

Oltre alla normativa nazionale, comunque, è importante anche tenere presente il regolamento condominiale, nel quale vengono solitamente indicate le fasce orarie durante le quali è possibile accendere i caloriferi ed eventualmente le fasce di spegnimento dei termosifoni. Vi sono anche alcune differenze tra i palazzi che hanno optato per un riscaldamento autonomo e quelli che invece ne hanno uno centralizzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Albero di Natale: idee tendenza per addobbarlo

  • Natale si avvicina, consigli per decorare casa

  • Umidità in casa: ecco le principali cause e rimedi

  • Casa moderna: vantaggi e svantaggi dell’isola in cucina

  • Cabina armadio: imparare a progettarla

  • Pollice verde: proteggiamo lo spazio green dai parassiti

Torna su
LeccePrima è in caricamento