Festa della polizia: il questore sollecita equilibrio rispetto alle tensioni sociali

Nel corso delle celebrazioni per il 161esimo anniversario della fondazione della polizia, l'intervento di Vincenzo Carella si è soffermato sul delicato tema delle difficoltà economiche chiedendo prudenza e buon senso

LECCE – Come in tutti le città capoluogo di provincia, anche a Lecce è stato celebrato il 161esimo anniversario della fondazione della polizia di stato. Come di consueto è stato tracciato il bilancio degli ultimi dodici mesi, a partire dal 15 giugno 2012.

Questi i numeri: 320 le persone arrestate, 1435 quelle indagate a piede libero, 95771 quelle identificate e 63420 i mezzi controllati. Nel settore della repressione del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti sono stati sequestrati oltre 33 chilogrammi di droga di cui 1,2 tra eroina e cocaina; 43 gli indagati in stato di arresto, 60 a piede libero e 51 i segnalati all’autorità prefettizia. Quanto alle misure di prevenzione, 92 le denunce per guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, 8 gli individui sottoposti a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, 117 i fogli di via obbligatorio notificati, 5 i daspo, 4 gli ammonimenti e 150 gli avvisi orali.

Il questore, Vincenzo Carella, ha esordito nel suo discorso ai funzionari, agli agenti, alle autorità presenti e ai familiari delle vittime cadute per causa di servizio, ricordando il prefetto Antonio Manganelli, capo della polizia, scomparso di recente.

“Consentitemi di cogliere l’occasione per ricordare il capo della polizia, prefetto Antonio Manganelli, recentemente scomparso, la cui figura ha dato lustro alla nostra istituzione e che ha saputo costruire con la sua lungimiranza una polizia più moderna e più rispondente alle istanze dei cittadini. A lui si deve lo slogan c’è più sicurezza insieme che è il tema celebrativo di quest’anno. Uno slogan che sottolinea la complessità del risultato cui il nostro lavoro è finalizzato: la sicurezza, un bene raggiungibile solo attraverso un lavoro di squadra che coinvolge le istituzioni preposte ma anche e, soprattutto, i cittadini”.

festapolizia2-2Carella si è particolarmente soffermato sulla questione della crisi economica e delle conseguenti tensioni sociali, che ha chiesto ai suoi uomini di affrontare con buon senso e comprensione: “Oggi più che mai il nostro compito si presenta delicato e fondamentale per il mantenimento della pacifica convivenza sociale. Noi rappresentiamo lo Stato, quindi, è nella legge e nella coerenza al suo dettato, che dobbiamo trovare la misura cui uniformare i nostri comportamenti. L’applicazione rigorosa della legge non è sempre agevole. Non vi è dubbio che vedere compromesso il proprio posto di lavoro ed il futuro lavorativo dei propri figli crea molta incertezza ed alimenta forti tensioni sociali. Occorre fare in modo che i nostri interventi siano fermi, ma mai debordanti, commisurandoli sempre alle esigenze contingenti. Quindi decisione ma anche prudenza e buon senso. Gli impegni di ordine pubblico anche quest’anno sono stati pressoché quotidiani: manifestazioni di lavoratori, sit in, cortei di studenti e di giovani simpatizzanti delle diverse aree politiche. Nell’apprezzare enormemente il modo con cui avete saputo affrontare tali impegni, vi invito a coltivare  sempre la via del dialogo, della comprensione e dell’equilibrio”.

Il questore ha ringraziato tutti i reparti e gli uffici per la dedizione dimostrata nelle attività quotidiane a presidio della sicurezza dei cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento