Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Anoressia e bulimia, il centro di cura della Asl compie 18 anni

Incontri culturali e artistici presso il Centro per la cura e la ricerca sui disturbi del comportamento alimentare della Asl di Lecce

LECCE -  Il Centro per la cura e la ricerca sui disturbi del comportamento alimentare della Asl di Lecce compie 18 anni. Attivato come Unità operativa semplice dipartimentale nel 1998 dalla Azienda sanitaria locale all’interno del Dipartimento di salute mentale, è stato il primo Centro pubblico territoriale italiano a offrire una risposta in termini di prevenzione, diagnosi e cura integrata e multidisciplinare dei disturbi del comportamento alimentare ed è oggi punto di riferimento per tantissimi pazienti del territorio pugliese e di altre regioni.

Sensibilizzazione, quindi, come primo approccio alle delicate problematiche, attraverso l'evento previsto domani, 15 dicembre, che prevede incontri culturali e artistici dalle 17.30 alle 21.30 presso il Centro per la cura e la ricerca sui disturbi del comportamento alimentare, nel II Padiglione Donne dell’ex Opis in via Miglietta, 5.

Diciotto anni di attività del centro leccese, rappresentano quindi l’occasione per informare l’opinione pubblica su patologie psichiatriche emergenti che si stanno diffondendo con notevole rapidità. Secondo le ultime ricerche, infatti, i disturbi del comportamento alimentare, anoressia, bulimia e binge eating disorder riguardano fasce sempre più ampie di popolazione e determinano un impatto economico consistente sul servizio sanitario nazionale.

Questi disturbi affliggono in Italia qualcosa come 3 milioni di persone e rappresentano la seconda causa di morte tra gli adolescenti di sesso femminile dopo gli incidenti stradali (fonte www. salute.gov.it). Negli ultimi anni si è abbassata l’età di esordio e sono aumentati i casi di cronicità con un aggravamento della prognosi e la necessità di un trattamento differenziato e complesso che deve essere necessariamente integrato e multidisciplinare.

Dopo i saluti istituzionali e una breve presentazione delle attività del centro nei suoi primi 18 anni, a cura di Caterina Renna e dell’équipe, seguono letture tratte dalla prima raccolta di versi prodotta dal Laboratorio di scrittura creativa e pubblicata nel 1999, Nude alla Guerra.

Subito dopo Leopoldo Ruggiero introduce l’incontro con il giornalista del Corriere della Sera Maurizio Tucci, esperto di comunicazione sociale e adolescenza, che presenta il suo ultimo libro Liberté nell’ambito delle attività dell’associazione Presidio del Libro della quale il Centro è partner.

L’intervento musicale vede la partecipazione di Ninfa Giannuzzi, splendida voce dell’orchestra La Notte della Taranta, di Meli Hajderaj, cantante di origini albanesi ed esperta conoscitrice delle sonorità della tradizione salentina e Rocco Nigro, fisarmonicista talentuoso ed eclettico. Non poteva mancare l’incontro con la danza. La Compagnia ATTO con la coreografia di Annamaria De Filippi, ci presenta Habitus - estratti dallo spettacolo presentato nell’ambito di Pe(n)sa differente 2016.

Nell’ambito della serata, è possibile assistere a Cinque, movimento sui cinque sensi prodotto nel Laboratorio di Espressione Corporea a cura di Annamaria De Filippi e visitare le mostre e le installazioni di “Ci siamo fatti grandi” frutto delle attività dei laboratori espressivi, di Scrittura Creativa e Drammaturgia a cura di Mauro Marino e di Arti visive a cura di Sergio Quarta, e delle loro costanti interazioni e collaborazioni con artisti del panorama nazionale.

La manifestazione è organizzata in collaborazione con Madamadorè associazione di familiari e amici per i disturbi alimentari, Fondo Verri, Laboratorio di danza, Compagnia ATTO, Pe(n)sa differente, ONLUS Salomè e Big Sur.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anoressia e bulimia, il centro di cura della Asl compie 18 anni

LeccePrima è in caricamento