Cronaca

Accusato di aver abusato della figlia, condannato a dieci anni un medico

Emesso il verdetto nei riguardi del professionista leccese che il 15 dicembre 2012 finì in carcere con l’accusa di aver molestato la sua bambina da quando aveva 5 anni

LECCE - Avrebbe abusato della figlia da quando aveva cinque anni: è questa l’accusa che il 15 dicembre del 2012 fece aprire le porte del carcere ad un medico leccese di 56 anni e che oggi ha portato alla sua condanna a dieci anni di reclusione. A emettere il verdetto di colpevolezza è stato il collegio della seconda sezione penale, presieduto dal giudice Roberto Tanisi, che ha condiviso la tesi sostenuta dal pubblico ministero Carmen Ruggiero, titolare delle indagini condotte con gli agenti della squadra mobile di Lecce. Al termine della requisitoria, il magistrato di anni ne aveva conteggiati proprio dieci.

A dare il via all’inchiesta fu la denuncia sporta dalla madre della vittima che, dopo aver a lungo taciuto, oramai 15enne, trovò il coraggio di confidarsi con la nonna materna. La ragazza riferì che in seguito alla separazione dalla madre, il padre l’avrebbe molestata in più occasioni, quando erano in casa sua o dei suoi genitori.

La sentenza ha imposto all’imputato anche il risarcimento del danno (in separata sede) e la liquidazione immediata di 50mila euro alla figlia e 20mila a testa per la ex moglie (parti civili con l’avvocato Daniela D’Amuri), per il suo nuovo compagno e i suoi genitori (assistiti dagli avvocati Loredana Massari e Giampaola Gambino).

L’imputato ha sempre negato le accuse e non appena saranno depositate le motivazioni presenterà ricorso in appello con gli avvocati Roberto e Luigi Rella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di aver abusato della figlia, condannato a dieci anni un medico

LeccePrima è in caricamento