Cronaca

Fra le mura di casa, abusi e violenze sessuali: a processo un 58enne

Dovrà difendersi dalle pesanti accuse di violenza sessuale e di corruzione nei confronti di minorenni, oltre che di maltrattamenti in famiglia, un uomo di 58 anni di Carmiano. Il processo si aprirà il prossimo 18 aprile

 

LECCE - Dovrà difendersi dalle pesanti accuse di violenza sessuale e di corruzione nei confronti di minorenni, oltre che di maltrattamenti in famiglia, un 58enne di Carmiano, funzionario pubblico, già arrestato nel dicembre del 2010. Il gup del Tribunale di Lecce, Giovanni Gallo, lo ha rinviato a giudizio al termine dell'udienza preliminare che si è tenuta questa mattina. Il processo all'imputato, assistito dall'avvocato Massimo Bellini, si aprirà il prossimo 18 aprile dinanzi ai giudici della prima sezione collegiale. L’accusa è rappresentata dal sostituto procuratore Stefania Mininni.

Quella che vede come protagonista il 58enne è una triste storia di presunti abusi e violenze commesse nell’ambito familiare. Secondo l'ipotesi accusatoria l’uomo, per cinque anni, dal 2005 al 2010, avrebbe abusato sessualmente della figlia della convivente, allora minorenne, palpeggiandola nelle parti intime, baciandola, arrivando persino a cingerla dalle spalle e a mimare rapporti sessuali.

L’imputato, in più occasioni, si sarebbe anche masturbato di fronte al figlio naturale e alla figlia della sua ex compagna. Nei confronti di tutti, inoltre, compresa la convivente, l'uomo avrebbe anche manifestato un carattere dispotico. Le umiliazioni sarebbero state continue: la famiglia sarebbe rimasta spesso senza mezzi di sussistenza, gli alimenti somministrati in maniera a dir poco esasperata, e in più si sarebbe arrivati anche a veri e propri maltrattamenti fisici, usando una cintura e mettendo, in particolare, le mani intorno al collo del bambino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fra le mura di casa, abusi e violenze sessuali: a processo un 58enne

LeccePrima è in caricamento