Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Mai divorziato, si risposa. E finisce davanti al giudice per bigamia

Un 53enne di Taviano è stato rinviato a giudizio con l'accusa di bigamia. L'uomo, infatti, ha contratto un secondo matrimonio con una donna della Repubblica Dominicana, dove si è trasferito nel 2006, dopo la separazione

 

TAVIANO – L’amore si sa, fa brutti scherzi. Ne sa qualcosa un 53enne di Taviano, rinviato a giudizio dal gup del Tribunale di Lecce, Giovanni Gallo, con l’accusa di bigamia. Già, perché l’uomo si sarebbe sposato due volte, commettendo, di fatto, un reato. Il 53enne, infatti, dopo essersi separato dalla moglie con cui era stato sposato per ben 26 anni e dalla quale aveva avuto due figli ma non il divorzio, aveva deciso di cambiare vita e di lasciare il Salento e trasferirsi nella lontana e assolata Repubblica Dominicana.  

Nel paese caraibico l’uomo ha iniziato una nuova vita e riscoperto le gioie dell’amore, legandosi a una giovane donna del posto con cui aveva poi deciso di convolare a nozze.  A rompere, si fa per dire, l’idillio, ci ha pensato però l’ufficiale di stato civile del Comune di Taviano, che ha ricevuto dall’ambasciata italiana la richiesta di registrazione del nuovo matrimonio, sottoscritta dal 53enne. Il pubblico ufficiale ha quindi scoperto che l’uomo aveva contratto un secondo matrimonio.

Secondo la legge, infatti, si ritiene configurabile il reato di bigamia (articolo 556 del codice penale) nei confronti del cittadino italiano che, unito in matrimonio avente effetti civili in Italia, abbia contratto all'estero un secondo matrimonio con cittadina straniera, non rilevando, in contrario, la nazionalità del coniuge. Il gup ha quindi disposto il rinvio a giudizio del 53 enne, che dovrà presentarsi il prossimo 16 febbraio dinanzi al Tribunale monocratico di Casarano. L'imputato, assistito dall'avvocato Andrea Starace, è comunque al momento irreperibile sotto il sole dei tropici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mai divorziato, si risposa. E finisce davanti al giudice per bigamia

LeccePrima è in caricamento