Cronaca

Inchiesta su filobus e tangenti: un nuovo interrogatorio per Massimo Buonerba

Sarà interrogato domani pomeriggio, negli uffici della Procura di Lecce, l'ex consulente Massimo Buonerba, arrestato lunedì scorso per concussione. Fissata al 27 dicembre l'udienza dinanzi ai giudici del Tribunale del riesame

 

LECCE - Sarà interrogato domani pomeriggio, negli uffici della Procura di Lecce, Massimo Buonerba, l'ex consulente giuridico dell'allora sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone, arrestato lunedì scorso dagli uomini della guardia di finanza di Lecce nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte tangenti legate al progetto del filobus nel capoluogo salentino. Massimo Buonerba, assistito dal suo legale, l'avvocato Sabrina Conte, si dovrà presentare  al cospetto del procuratore della Repubblica Cataldo Motta e dell'aggiunto Antonio De Donno. Si tratta del secondo interrogatorio per l'ex consulente di Palazzo Carafa, dopo quello avvenuto in carcere nei giorni scorsi dinanzi al gip Antonia Martalò.
L'udienza dinanzi al Tribunale del Riesame, invece, è stata fissata per il prossimo 27 dicembre. L'accusa ipotizzata nei confronti del professore leccese è di concussione, per aver ottenuto dall'ingegner Giordano Franceschini, un altro degli indagati (già arrestato lo scorso 21 novembre e poi liberato dal Tribunale del Riesame) una cifra superiore ai 600mila euro. Il docente dell'Università di Perugia avrebbe così ottenuto l'incarico di progettista del filobus.
Le indagini intanto si stanno concentrando sulla provenienza dei soldi sequestrati sui conti correnti svizzeri di Massimo Buonerba, su cui l'indagato ha già scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere.
L’inchiesta che è ha portato all'arresto dell'ex consulente giuridico della Poli è stata avviata proprio in base a una segnalazione della Procura svizzera, che ha sequestrato due conti correnti (presso le banche svizzere Skb e Pkb) sospetti e riferibili a Buonerba, su cui sarebbero transitate cifre vicine ai 2 milioni e 800mila euro.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta su filobus e tangenti: un nuovo interrogatorio per Massimo Buonerba

LeccePrima è in caricamento