menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una 15enne: “Molestata per sette anni”. A processo lo zio

Accolta la richiesta di rinvio a giudizio nei riguardi di un 44enne accusato di aver molestato la nipote in casa, dal 2011 al 2018. Il processo si aprirà il 7 dicembre

LECCE - Sarebbe stata molestata dallo zio, da quando aveva otto anni fino a che non è ha compiuti 15 e ha trovato la forza di raccontare tutto ai genitori. Oggi, la sua storia è finita al vaglio del giudice Giovanni Gallo, chiamato a valutare la richiesta di rinvio a giudizio firmata dal pubblico ministero Stefania Mininni (il magistrato che ha condotto le indagini) e discussa in udienza dal collega Luigi Mastronianni.

L’istanza è stata accolta e il processo in cui l’imputato, un salentino di 44 anni, risponderà di violenza sessuale per episodi che sarebbero avvenuti in casa, dal 2011 al 2018, si aprirà il 7 dicembre davanti ai giudici della prima sezione penale.

In aula ci saranno anche i familiari della ragazza (parte civile con l’avvocato Massimo Bellini) che durante le indagini fu ascoltata in sede di incidente probatorio nel tribunale per i minorenni dal gip Cinzia Vergine e dalla psicologa Anna Scrimieri, incaricata di svolgere una successiva perizia sull’attendibilità delle dichiarazioni, il cui esito fu positivo. Proprio sulla scorta degli accertamenti svolti che il magistrato aveva chiesto il processo per l'uomo.

A difenderlo ci penserà l’avvocato Emanuele Giuseppe Leo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento