rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca Casarano

Rapina a mano armata nel market, in due patteggiano 8 anni di reclusione

Hanno concordato la pena in mattinata con il giudice Gallo, i due uomini accusati del colpo da 2mila euro nel “Conad” di Casarano eseguito lo scorso maggio

CASARANO - Hanno patteggiato quattro anni di reclusione a testa i due uomini accusati della rapina a mano armata messa a segno lo scorso maggio nel supermercato “Conad” di via Stazione, a Casarano, fruttata un bottino di duemila euro. Stiamo parlando di Daniele Buono, di 44 anni, e Cosimo Fossanova, di 51, entrambi del posto. La richiesta (alla quale il pm Maria Rosaria Micucci aveva dato parere favorevole), avanzata dai difensori Fabio Ruberto e Silvio Caroli (sostituito in udienza dal collega Vincenzo Del Prete), è stata accolta in mattinata dal giudice Giovanni Gallo e contiene anche la multa di 1.500 euro per l’uno e di 1000 per l’altro.

Durante le indagini dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia locale e dei colleghi della stazione di Melissano furono acquisiti i video delle telecamere di videosorveglianza dell’esercizio commerciale, ascoltati i clienti presenti al momento dell’irruzione tenuti sotto scacco con una pistola e, durante le perquisizioni domiciliari in casa di Fossanova e Buono, furono recuperati gli indumenti indossati durante l’azione.

Il primo ad essere rintracciato, subito dopo il colpo, fu il 44enne. Il giorno dopo fu la volta del complice che, al termine dell’interrogatorio con il gip Cinzia Vergine davanti al quale confessò, ottenne i domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a mano armata nel market, in due patteggiano 8 anni di reclusione

LeccePrima è in caricamento