Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Razzia di slot machine in un bar: in due finiscono al banco degli imputati

Si aprirà il 7 aprile il processo col rito abbreviato nei riguardi di due dei tre uomini accusati del furto avvenuto la notte del 23 febbraio 2019 ai danni del “Flamingo”, a Surbo

SURBO - Procederà in abbreviato il 7 aprile prossimo il processo sul furto di quattro slot machine avvenuto nel bar “Flamingo”, a Surbo, la notte del 23 febbraio 2019. Lo ha stabilito in mattinata il giudice Annalisa De Benedictis che ha accolto l’istanza di rito alternativo formulata dai difensori (gli avvocati Raffaele Benfatto, Pantaleo Cannoletta e Salvatore Rollo) di due imputati: Gianluca Negro, 34enne di Surbo, meglio conosciuto come “Puntina”, coinvolto nella recente operazione “Final Blow”, e Marcello Caretto, 39enne residente a Trepuzzi.

Quanto, invece, alla terza persona finita sotto accusa nell’ambito della stessa inchiesta, Luca Cesaria, 26enne di Trepuzzi, gli atti sono tornati al pm per un difetto di notifica dell’avviso della conclusione delle indagini.

Ai tre riuscirono a risalire, grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza dell’esercizio commerciale, le indagini condotte dai carabinieri e coordinate dal pubblico ministero Francesca Miglietta che lo scorso marzo ottenne dal gip Edoardo D’Ambrosio l’arresto in carcere per Negro (già detenuto per altra causa) e per i presunti complici l’obbligo di dimora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia di slot machine in un bar: in due finiscono al banco degli imputati

LeccePrima è in caricamento