A Cursi in piazza Borsellino la nuova area mercatale

Inaugurata la nuova area mercatale: presente all'appuntamento la vicepresidente regionale, Loredana Capone che ribadisce il sì a "luoghi dove l'economia e la vita sociale si intrecciano"

Passeggiata_nell_area_mercatale
CURSI - Cursi si gode la sua nuova area mercatale: è stata inaugurata ieri, in Piazza Borsellino, alla presenza della vicepresidente della Regione Puglia Loredana Capone, del parroco, don Luigi Gualtieri, dell'assessore alle politiche sociali, Mariella Jacovazzi. Un'area mercatale, quella appena avviata, che sostituisce la precedente poco attrezzata e priva di servizi e che si è potuta realizzare grazie ad un cofinanziamento che ammonta a 190mila euro, 103mila messi a disposizione dalla Regione Puglia e 87mila dal bilancio comunale.

La Capone ha partecipato all'inaugurazione, non solo perché l'area è stata realizzata con finanziamenti della Regione Puglia, ma anche a testimonianza dell'interesse e della vicinanza alle tematiche sociali della giunta uscente: "L'area mercatale, tanto attesa dalla comunità di Cursi, è infatti uno di quei luoghi d'incontro che devono essere promossi e agevolati in tutti i comuni - ha esordito - perché è un luogo dove grazie agli operatori del mercato si possono realizzare grandi e piccoli affari, con benefici per gli operatori che vendono e per coloro che acquistano. Per questo li ringrazio in modo particolare per il loro coraggio perché sono dei piccoli commercianti, non protetti dalle lobby e ci rimettono quasi sempre a fine giornata di tasca propria, specialmente in questo particolare periodo di crisi che sta vivendo la nostra economia".

Nel corso della manifestazione la Capone ha visitato il mercato fermandosi a parlare con i commercianti e con i numerosi cittadini presenti: " Sono contenta di essere qui - ha dichiarato - perché il mercato è un luogo di incontro, di aggregazione che ti permette di avere una vita sociale, dove è semplice essere solidali e comunicare anche con le altre donne. Ecco perché è importante mettere a disposizione della comunità luoghi dove l'economia e la vita sociale si intrecciano".

"Con l'avvio dell'ultimo bando - ha precisato - abbiamo fatto due scelte significative: evitare l'apertura di nuovi ipermercati sino al 31 ottobre 2010 e quella di finanziare invece le aree mercatali, per una maggiore partecipazione attiva della comunità non solo economica, ma soprattutto sociale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Vino adulterato: dopo i sigilli in estate, maxi sequestro probatorio

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

  • Dior presenta la sua collezione in Piazza Duomo: parata di stelle

Torna su
LeccePrima è in caricamento