Cronaca

A Pasqua i turisti scelgono il Salento

Le stime dell'Apt prevedono il 5 per cento in più degli arrivi dal nord Italia, ma anche americani, greci e tedeschi. E gli stranieri sceglielgono i bad and breakfast

Il turismo che vuol sfuggire all'improvvisazione. Un salto di qualità cercato dall'Azienda di promozione turistica della Provincia di Lecce che per le imminenti festività pasquali, in collaborazione con gli operatori turistici, ha varato il progetto sperimentale "Monitor - Trend previsionale del movimento turistico nel Salento", un osservaotrio dei flussi turistici tendenziali per ogni struttura ricettiva. Sotto osservazione anche i "ponti" del 25 aprile, del 1° maggio, del 2 giugno, di Ferragosto e di Ognissanti, ma anche la "Notte della Taranta" , in calendario il 25 agosto prossimo.

Il progetto anticipa l'Osservatorio sul turismo pugliese voluto dall'assessore regionale al Turismo, Massimo Ostillio. La rilevazione prevede una divisione del Salento nelle aree: Lecce e hinterland; Porto Cesareo-Gallipoli-Ugento-Nardò; Salve-Leuca-Tricase-Santa Cesarea Terme; Otranto-Melendugno-Maglie-Grecìa Salentina. Nelle aree è stato individuato un panel di 110 strutture ricettive campione, suddivise per tipologia: alberghi, campeggi, agriturismi, bed & breakfast e case vacanze. Per Pasqua sono stati intervistati 60 operatori che hanno manifestato grande interesse e disponibilità per l'iniziativa.

Dai dati è emerso che le prenotazioni vengono prevalentemente da italiani e in particolare dalla Puglia, Campania, Lazio, Veneto e Lombardia. Gli stranieri sono per la maggior parte greci, tedeschi, inglesi, francesi e americani che arriveranno con le famiglie ed in gruppo soprattutto negli agriturismi e bed & breakfast. Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso si registra nel Salento una crescita di prenotazioni tra il 3 ed il 5 per cento nelle strutture alberghiere ed extralberghiere. Nelle aree di Lecce e Gallipoli la crescita è più contenuta, mentre in quelle di Leuca e Otranto l'incremento è più significativo. C'è da mettere in conto i turisti last minute che potrebbero migliorare il dato positivo rilevato sulle prenotazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pasqua i turisti scelgono il Salento

LeccePrima è in caricamento