Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

A tutto gas con panetti di hashish, ma incrocia i carabinieri

Luca Del Genio, 25enne, casaranese, fermato in un'area rurale non lontana dalla zona industriale. Andava spedito su una Leon, sollevando polvere. E i militari si sono insospettiti, bloccandolo. La droga nascosta dentro

CASARANO – A forte velocità nella penombra, in una zona di campagna, sollevando una corposa nuvola di polvere e sputando fumo nero dalla marmitta. Quella Seat Leon proprio non è piaciuta ai carabinieri del Norm di Casarano. Stavano svolgendo alcuni pattugliamenti nell’ambito di un servizio a largo raggio nelle aree rurali. Hanno deciso di vederci chiaro. In breve avrebbero scoperto che a bordo, Luca Del Genio, 25enne, casaranese, nascondeva ben cinque panetti di “fumo”, per restare in tema. E di lì a poco sarebbero scattate le manette.

Tutto è successo in contrada Calò. Un’area che si raggiunge dalla provinciale Casarano-Maglie-Taviano. Una via che corre parallela alla zona industriale. La Seat Leon procedeva in direzione opposta, rispetto all’auto dei militari. I quali hanno fatto inversione e l’hanno inseguita e fermata.

Il controllo è stato molto approfondito. E per prima cosa, i militari hanno scoperto che, sotto il sedile anteriore del lato passeggero, la moquette non era uniforme, né montata in modo corretto. Ai carabinieri non è sfuggito nemmeno il fatto che mancasse la leva di spostamento del sedile. Durante la perquisizione, in quel punto, è spuntata una scatola di plastica. Dentro c’erano i cinque panetti di hashish. Mezzo chilo di sostanza stupefacente.

Del Genio è stato quindi arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Su disposizione del pm di turno, Carmen Ruggiero, è stato condotto in carcere, a Lecce.

E’ possibile che il giovane intendesse celare lo stupefacente in qualche zona di campagna. Non è certo la prima volta che accade. Solo pochi giorni addietro, sono scattati due arresti. In contrada Campore, nei pressi di Racale, usavano un albero d’ulivo come “segnaposto” per celare eroina da spacciare. Anche in quel caso ad arrestarli sono stati i carabinieri casaranesi.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A tutto gas con panetti di hashish, ma incrocia i carabinieri

LeccePrima è in caricamento