Abbattuti sette tordi grazie a richiami elettronici: denunciati due cacciatori

I carabinieri forestali di Tricase e Gallipoli, in due distinti controlli, hanno sorpreso due uomini che impiegavano dispositivi proibiti dalle norme

Il materiale sequestrato a Sannicola.

UGENTO/SANNICOLA – Due cacciatori sono stati denunciati dai carabinieri forestali al termine di un'attività straordinaria di controllo. Il primo è stato sorpreso in agro di Ugento dai militari della stazione di Tricase: M.M., 43enne residente a Taurisano, si trovava all'interno di un uliveto e aveva con sé un richiamo acustico illegale per riprodurre il verso del tordo, di cui aveva ucciso già sei esemplari. All’uomo sono stati sequestrati, oltre al dispositivo, anche il fucile calibro 12, 18 cartucce a piombo spezzato, 8 bossoli e la fauna cacciata.

Il secondo controllo è avvenuto di buon mattino in località “Cantine Mega”, nel territorio di Sannicola: i carabinieri forestali della stazione di Gallipoli hanno denunciato un 77enne di Galatina, V.G. L'uomo aveva appena abbattuto un tordo quando i militari lo hanno sorpreso col fucile ancora carico e in possesso di un richiamo acustico elettronico. Anche in questo caso è scattato il sequestro dell’arma e della fauna cacciata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento