Cronaca

Abusi su due bimbi, arrestati mamma e due "clienti"

I due piccoli, maschio e femmina, sarebbero stati costretti a prostituirsi dalla donna, 43enne. Il pm Carmen Ruggiero ha richiesto al gip la custodia cautelare per lei, un ex convivente ed un 22enne

Il carcere di Lecce.-7

UGGIANO LA CHIESA - Una vicenda dai contorni drammatici e desolanti, maturata in un contesto d'indigenza, dove l'innocenza di due bimbi è stata macchiata, forse per sempre. Una storia che era già stata scoperchiata lo scorso anno (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=19994), dopo una dettagliata denuncia degli operatori dei servizi sociali, che aveva dato il via alle indagini. Ora, per una vedova di 43 anni, che si sarebbe prostituita, obbligando i figli a fare altrettanto e a subire indicibili abusi sessuali, si aprono le porte del carcere di Lecce. E con lei, finiscono in arresto anche un suo ex convivente, di 54 anni, ed un ragazzo oggi 22enne.

L'ordine di custodia cautelare in carcere è stato eseguito questo mattina dai carabinieri della compagnia di Maglie, dal gip del tribunale Lecce, su richiesta del pubblico ministero Carmen Ruggiero, che ha preso in eredità il caso dal sostituto procuratore Maria Cristina Rizzo. I reati contestati: violenza sessuale e corruzione di minorenne, aggravati dalla minore età delle vittime, all'epoca dei fatti inferiore ai 10 anni. Due i bimbi coinvolti, un maschietto ed una femminuccia, ora in affidamento ad un'altra famiglia.

I fatti in questione risalgono al periodo che volge dal 2008 al 2009, e sono avvenuti nella zona di Uggiano La Chiesa. Le indagini sono state eseguite dai carabinieri, i quali hanno ricostruito i rapporti che sarebbero intercorsi fra la donna e diversi uomini, a partire dall'ex convivente. Tanto che entrambi sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di violenza sessuale. Il 54enne, per aver consumato gli atti; la madre, non aver impedito che l'orrore si perpetrasse.


Come se non bastasse, a più riprese avrebbe obbligato i due figli ad assistere ai suoi atti sessuali. Delicata anche la posizione del 22enne, accusato di violenza sessuale nei confronti dei minori. Si sarebbe recato nell'abitazione, nelle vesti di cliente, proprio per avere rapporti con i bimbi. Le cui dichiarazioni sono state cristallizzate nel corso dell'incidente probatorio, con tutte le garanzie dell'ascolto protetto. Ora, il caso, con l'arresto di tre dei presunti responsabili, su un numero comunque più alto di persone che potrebbe essere implicate a vario livello, assume una decisa accelerata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi su due bimbi, arrestati mamma e due "clienti"

LeccePrima è in caricamento