rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

Abusi sulla figlia ripresi dalla convivente: padre condannato a 8 anni

Emesso il verdetto nel processo discusso oggi con il rito abbreviato. La donna accusata di “revenge porn” ha chiuso il suo conto con la giustizia patteggiando un anno di reclusione

LECCE - E’ stato condannato a otto anni di reclusione l’uomo accusato di aver abusato della figlia per anni e che in una occasione sarebbe stato filmato con lo smartphone proprio dalla donna con cui lo stesso aveva una relazione.

La sentenza è stata emessa dalla giudice Laura Liguori, al termine del processo discusso con il rito abbreviato, durante il quale il pubblico ministero Luigi Mastroniani, titolare dell'inchiesta, aveva invocato sei anni.

E’ stato riconosciuto responsabile di violenza sessuale e assolto da altri due reati che pure gli venivano contestati: maltrattamenti e “revenge porn”, ossia di divulgazione di materiale pornografico. Per quest’ultima accusa, ha invece patteggiato un anno la matrigna che dopo aver filmato il rapporto incestuoso avrebbe spedito il video al fidanzato della vittima per screditarla.

La giudice ha inoltre riconosciuto il risarcimento del danno alla ragazza che si era costituita parte civile.

Lo scorso ottobre, l’imputato aveva provato a patteggiare la pena a tre anni e mezzo, ottenendo il parere favorevole del pm che aveva condiviso la tesi difensiva secondo cui il reato di violenza sessuale potesse essere riqualificato in quello di relazione incestuosa. Ma la giudice Simona Panzera rigettò l’istanza e l’uomo decise così di chiedere il rito speciale che si è definito oggi con un verdetto di colpevolezza.

Fu in seguito alla denuncia sporta dalla malcapitata nel commissariato di Gallipoli che presero il via le indagini sfociate nella perquisizione in casa della coppia, al termine della quale furono sequestrati telefonini e apparecchi informatici, il cui contenuto passò ai raggi x del consulente della Procura Silverio Greco.

Secondo l’accusa, le molestie si sarebbero verificate sin dal momento in cui la giovane andò a vivere col padre e la sua compagna e sarebbero durate fino al gennaio dello scorso anno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi sulla figlia ripresi dalla convivente: padre condannato a 8 anni

LeccePrima è in caricamento