Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Ugento

Abusivismo e carenze sanitarie nelle aree parcheggio: denunce e multe salate

I carabinieri hanno deferito due uomini: uno aveva realizzato opere senza autorizzazioni, l'altro avviato la somministrazione di cibi e bevande. Intervento anche della Asl

UGENTO – Due uomini, titolari di due aree temporaneamente adibite a parcheggio sul lungolago Quinto Ennio a Torre San Giovanni sono stati denunciati dai carabinieri di Ugento e dai loro colleghi del nucleo anti sofisticazione di Lecce e della stazione forestale di Tricase: l’uno risponde di abusivismo edilizio, l’altro di omessa presentazione della segnalazione di inizio attività ai fini della registrazione per la somministrazione di alimenti e bevande e di carenze strutturali e igienico sanitarie.

Si tratta di M.C., 40enne residente a Ugento e L.S. C., 67enne di Alliste. I militari, nel corso di un servizio dedicato proprio al controllo delle aree che nel periodo estivo vengono utilizzate per la sosta dei veicoli, hanno accertato che il più giovane aveva, da una parte, realizzato diverse opere edilizie senza titoli autorizzativi e peraltro in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, dall’altra consentito la sosta a lungo termine dei camper, circostanza per il quale è stato sanzionato per un importo di 4mila 230 euro.

Il secondo denunciato, invece, è accusato di aver avviato la preparazione e somministrazioni di alimenti e bevande all’interno di un proprio autocarro senza aver ottemperato all’obbligo di comunicare l’inizio dell’attività. Per lui la sanzione è di 8mila euro. Parallelamente personale della Asl di Lecce ha sospeso con proprio provvedimento l’attività dopo aver constatato carenze dal punto di vista igienico e sanitario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo e carenze sanitarie nelle aree parcheggio: denunce e multe salate

LeccePrima è in caricamento