Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Abusivismo: due sequestri, cinque persone segnalate

Intervento del Reparto navale della guardia di finanza di Gallipoli sul versante ionico: sigilli a un fabbricato di 143 metri quadrati ad Alezio e ad un plesso di tre appartamenti tra Leuca e il Ciolo

IMG_0504

GALLIPOLI - Cinque persone sono state segnalate per abusivismo edilizio dai militari della Sezione operativa navale della guardia di finanza di Gallipoli, al cui interno opera da tempo un'unità dedita al contrasto dei reati in materia ambientale.

Un fabbricato di 143 metri quadrati è stato sequestrato ad Alezio perché erano stati realizzati interventi in difformità con il permesso di costruire e con l'autorizzazione paesaggistica. Nei pressi del Ciolo, a Leuca, è stato invece scoperto un plesso costituito da tre appartamenti realizzati su tre livelli diversi senza i permessi necessari.

Nella fascia costiera delle marine di Nardò, invece, le fiamme gialle hanno realizzato tre controlli. Nel primo caso hanno segnalato un uomo dopo aver accertato la violazione dei sigilli già posti ad un immobile dal Nucleo di polizia edilizia del Comune di Nardò. Un'altra persona è stata segnalata per aver realizzato presso nella propria attività commerciale opere in difformità del permesso di costruire, occupazione ed innovazioni abusive, distruzione o deturpamento di bellezze naturali, inosservanza dei provvedimenti giudiziari che avevano disposto la riqualificazione, con conseguente sequestro di un'area di 27 metri quadrati.

Un uomo, infine, è stato segnalato per aver eseguito, anch'egli presso la propria attività, interventi in parziale difformità del permesso di costruire, per aver realizzato opere in difformità dell'autorizzazione paesaggistica, per occupazione ed innovazioni abusive, per distruzione di bellezze naturali, per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità giudiziaria che in passato aveva già disposto la demolizione delle opere realizzate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo: due sequestri, cinque persone segnalate

LeccePrima è in caricamento