rotate-mobile
Cronaca

Abusivismo e smaltimento illecito, dodici denunce per territorio violentato

Operazioni dei carabinieri forestali in tutto il Salento, da Corsano, a Minervino, fino a Novoli. Sequestrati anche sette mezzi

LECCE – Sono dodici le denunce dei carabinieri forestali riguardanti questioni in materia ambientale, su un versante per questione di rifiuti, sull’altro per abusivismo edilizio. In ogni caso, la vittima è sempre una: il territorio, violentato con immondizia o cemento selvaggio. Tutte vicende che riguardano varie zone del territorio salentino, dal sud, al centro, fino al nord della provincia di Lecce.

Minervino: scaricava rifiuti pericolosi

A Minervino di Lecce, ad esempio, i militari forestali della stazione locale hanno denunciato a piede libero M. F.,  60enne del posto, titolare di una ditta individuale, ritenuto responsabile di abbandono di rifiuti. E’ stato colto in flagranza, infatti, ieri mattina, mentre scaricava rifiuti non pericolosi. Si tratta nello specifico di materiale edile, derivante da un’attività di demolizione  in area Pip.

Gestione illecita di rifiuti: mezzi sequestrati

Sempre in tema di rifiuti, fra Novoli, Trepuzzi e Arnesano, il personale del Nucleo investigativo dei carabinieri forestali del gruppo di Lecce, hanno sequestrato sette mezzi utilizzati per l’attività di gestione illecita di rifiuti (anche pericolosi), in seguito a indagini di polizia giudiziaria che hanno portato alla denuncia di altrettante persone: A. A., novolese di 62 anni, P. O., 56enne di Arnesano, C. F., una copertinese 41enne, C. P., novolese 62enne, V.A., novolese 38enne, I. F., 34enne originaria di Mesagne  e D.P.G., novolese 92enne.

Corsano: opere edilizie senza autorizzazione

Riscendendo la penisola salentina verso il Capo di Leuca, nella zona di Corsano, e per la precisione in località “Scalapreula”, i carabinieri forestali di Tricase hanno denunciato B.L., 69enne pensionato, B.C. casalinga 38enne, B.E. 30enne e B.M., insegnante 43enne, tutti residenti a Corsano, con le accuse di interventi edilizi in zone sottoposte a vincolo, in assenza di permesso, e lavori su beni paesaggistici senza autorizzazione. I forestali hanno riscontrato che avrebbero realizzato opere edilizie senza titolo abilitativo, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo e smaltimento illecito, dodici denunce per territorio violentato

LeccePrima è in caricamento