Lunedì, 15 Luglio 2024
In arrivo la vigilanza privata

Maltrattamento di cani, controlli e minacce agli agenti della polizia locale

Le verifiche nella serata di ieri tra via Trinchese, villa comunale e Piazza Italia. Oltre alle sanzioni per le violazioni al regolamento sul benessere degli animali e per accattonaggio, scattate alcune denunce per resistenza e lesioni

LECCE – Accattonaggio e maltrattamenti di cani, su queste due direttrici sono stati effettuati tre interventi da parte degli agenti della polizia locale di Lecce in altrettanti luoghi sensibili della città: Piazza Italia, via Trinchese e la villa comunale.

Nella serata di ieri infatti i tre distinti interventi di contrasto all’accattonaggio associato al maltrattamento degli animali (anche a seguito delle numerose segnalazioni documentate, giunte al Comune e al comando della polizia locale, da parte dei cittadini) compiuti in collaborazione con il servizio veterinario della Asl.

Il primo intervento, intorno alle 19,30, in via Trinchese, all’altezza con via Filzi. Qui un uomo esibiva due cani, tenuti legati con una grossa catena ad una saracinesca, chiedendo offerte ai passanti. Nei confronti dell’uomo, gli agenti hanno contestato due verbali in relazione al regolamento comunale per la tutela ed il benessere degli animali.

Da lì a poco la pattuglia, spostatasi nella villa comunale, controllava una donna  che teneva alla catena tre molossi, in condizioni non idonee alla tutela del benessere degli animali, e veniva anch'essa multata per violazione delle norme del medesimo regolamento comunale.

L’intervento si concludeva in Piazza Italia, presso il Monumento dei caduti, dove è stata registrata la presenza di un uomo che trascinava con catena e guinzagli otto cani, tre dei quali cuccioli.

photo_2023-07-11_21-41-28

Con l’ausilio del servizio della Asl dedito al recupero dei randagi e con l’intervento di una volante della questura gli agenti riuscivano a prelevare e portare in clinica i tre cuccioli, di età tra i tre e i quattro mesi, per sottoporli ad un controllo medico-veterinario per verificare le loro condizioni di salute. A seguito del controllo gli agenti subivano anche le minacce e la resistenza di un gruppo di  frequentatori abituali e senza fissa dimora degli spazi retrostanti il monumento ai caduti.

Anche in questo caso un uomo veniva identificato e nei suoi confronti si procederà con una  denuncia per resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

L'intervento in Piazza Italia ha avuto una coda nella mattinata di oggi, quando due pattuglie sempre della polizia locale, insieme con un equipaggio dei carabinieri, sono intervenute per sgomberare l’area e consentirne la pulizia, incontrando nuovamente resistenze da parte degli stessi soggetti.

Due agenti sono dovuti ricorrere alle cure mediche a causa di infortuni fisici occorsi nei momenti concitati che hanno caratterizzato l'intervento. A margine degli episodi in questione, dal comando della polizia locale rammentano che a breve partirà il servizio di vigilanza privata sia della villa comunale che della stessa Piazza Italia.

photo_2023-07-12_09-38-22-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamento di cani, controlli e minacce agli agenti della polizia locale
LeccePrima è in caricamento