Cronaca

Accesso al mare per i malati di Sla: sul lungomare di San Foca è possibile

Lunedì 3 agosto ci sarà anche don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, all'inaugurazione della piccola struttura realizzata grazie a donazioni e al contributo della Asl nell'ambito del progetto Io posso dell'associazione di promozione sociale 2HE

SAN FOCA (Melendugno) – Ci sarà anche don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, all’inaugurazione del primo accesso al mare attrezzato per persone affette da malattie neuromotorie come la sclerosi laterale amiotrofica. Patologie molto gravie, gravemente limitanti l'autonomia dell'individuo per il quale un semplice bagno a mare diventa la più lontana delle chimere.

La piccola struttura che renderà possibile immergersi nelle acque dell'Adriatico, si trova sul lungomare di San Foca ed è stato realizzato con donazioni e con il contributo della Asl di Lecce. Prende così forma l’iniziativa “Tutti al mare” nell’ambito del progetto “Io posso” che è promosso dall’associazione di promozione sociale 2HE in collaborazione con il Comune di Melendugno.

Alla cerimonia di apertura – in programma lunedì 3 agosto alle 19.30 - ci saranno il sindaco, Marco Potì, il direttore generale della Asl, Giovanni Gorgoni, la referente provinciale di Aisla, Orietta De Pascali e la presidente di 2HE, Giorgia Rollo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accesso al mare per i malati di Sla: sul lungomare di San Foca è possibile

LeccePrima è in caricamento