menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Accoltella il fratello dopo una lite, ma fingono un bizzarro incidente

"Mi sono ferito mentre riparavo l'antenna", ha spiegato un uomo. Ma la lesione era piuttosto l'effetto di una coltellata al costato

SQUINZANO – Accoltella il fratello, poi, secondo le ricostruzioni dei carabinieri, in accordo con la stessa vittima, si arriva alla decisione: fingere un incidente domestico. Ma le bugie hanno le gambe corte e nel giro di un paio di settimane tutta la storia ha preso forma.

Ora, G.G., 45enne di Squinzano, noto alle forze dell’ordine, ha subito gli effetti di un’ordinanza per la quale è stato costretto a uscire dalla casa di famiglia e trovarsi un’altra sistemazione. Lì, non ci può più mettere piede. La notifica del provvedimento di allontanamento del magistrato è stata eseguita dagli stessi carabinieri ieri mattina.

Il ferimento, apparso senz’altro strano fin dal primo momento, risale al 25 novembre. G.M., 52enne, anch’egli noto alle forze dell’ordine, aveva più volte ribadito davanti ai carabinieri che la lesione al costato era stata la conseguenza di un maldestro incidente domestico. Aggiustando l’antenna – aveva sostenuto – vi era caduto sopra, ferendosi.

Ma se già il tipo di lesione sembrava davvero poco compatibile con un incidente del genere (peraltro piuttosto bizzarro) e molto più simile all’effetto di una coltellata, la stessa conoscenza che avevano i carabinieri dell’ambito familiare, li ha spinti ad andare fino in fondo alla faccenda, non archiviandola subito per come rappresentata.

Le dichiarazioni dei due fratelli, al momento del fatto gli unici presenti in casa, l’acquisizione della documentazione medica e maggiori approfondimenti, hanno permesso così di comprendere che quel giorno nessuno stava eseguendo dei lavori in casa. Piuttosto, era scoppiata un’accesa lite fra i due, per futili motivi. Fino a una coltellata al costato sinistro del fratello maggiore. Salvo poi i due, compresa la gravità della situazione, decidere di mettere tutto sotto silenzio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento