rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Carmiano

Accoltellamento per motivi di gelosia: due condanne per 28 anni di reclusione

Emesso il verdetto sull’episodio avvenuto il 21 luglio di un anno fa a Carmiano: 14 anni a testa sono stati comminati a Massimiliano Rizzello e Domenico Timo, accusati di tentato omicidio

CARMIANO – E’ terminato con condanne per un totale di 28 anni di reclusione il processo sulla brutale aggressione avvenuta la sera del 21 luglio di un anno fa, in seguito a una lite nella zona dell’area mercatale di Carmiano.

Tentato omicidio, il reato di cui rispondevano Massimiliano Rizzello, 38enne, e Domenico Timo, 59enne, entrambi di Carmiano, accusati il primo di aver accoltellato un 61enne di Villa Convento, frazione di Novoli, e l’altro di aver inveito contro di lui con calci e pugni per ragioni di gelosia.

Il pubblico ministero Luigi Mastroniani aveva invocato una pena maggiore, di 18 anni a testa, ma il collegio giudicante della prima sezione penale del tribunale di Lecce presieduto dal giudice Fabrizio Malagnino (a latere, dai colleghi Maddalena Torelli e Michele Guarini) non ha riconosciuto l’aggravante dei futili e abietti motivi, infliggendo così 14 anni a ciascun imputato.

coltello-ferimento-2-2-6Non appena saranno depositate le motivazioni della sentenza con la quale è stato disposto anche il risarcimento del danno, da quantificarsi e liquidarsi in separata sede, alla vittima (parte civile con l’avvocato Marino Giausa), gli avvocati difensori Salvatore Mazzotta (per Rizzello) e Fabrizio Pisanello (per Timo) valuteranno il ricorso in appello.

Al termine del processo, inoltre, la Corte ha rinviato gli atti in Procura nei riguardi di tre persone sospettate di falsa testimonianza.

Furono tre le coltellate che colpirono il 61enne che riuscito a fuggire, si mise al volante della sua  autovettura, un’Audi A3, e raggiunse la caserma dei carabinieri, che però a quell’ora (erano le 22 circa) era chiusa. Sceso dal mezzo, sanguinante cadde al suolo, e fu soccorso da alcuni passanti che allertarono forze dell’ordine e 118. Il posto fu così raggiunto dai carabinieri della sezione operativa di Campi Salentina e della stazione di Carmiano, che avviarono le indagini. I responsabili del ferimento furono individuati il giorno seguente: per Rizzello fu disposto il carcere, mentre Timo fu indagato a piede libero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellamento per motivi di gelosia: due condanne per 28 anni di reclusione

LeccePrima è in caricamento