rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca Nardò

Accoltellato per strada, perse la milza: 4 anni e 4 mesi all’aggressore

Ha patteggiato Vito Antonio Grillo, 21 anni, di Nardò, per l’episodio avvenuto il 25 settembre scorso e per il quale qualche giorno dopo finì nel carcere di “Borgo San Nicola”. Ora è ai domiciliari

NARDO' - Ha patteggiato quattro anni e quattro mesi di reclusione, Vito Antonio Grillo, 21enne di Nardò, accusato di aver accoltellato per strada un coetaneo provocandogli la perdita della milza. La sentenza è stata emessa ieri dal giudice Marcello Rizzo che ha così accolto la richiesta avanzata dal giovane imputato, attraverso l’avvocato difensore Andrea Frassanito.

Lesioni personali gravissime e porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere erano i reati finiti nell’ordinanza di custodia cautelare emessa lo scorso ottobre dal gip Sergio Tosi nei suoi riguardi e poi nell’avviso di conclusione delle indagini.

La vicenda risale al 25 settembre del 2021. A causa di una lite per futili motivi, Grillo avrebbe ferito con un coltello il “rivale” che rientrato a casa chiese aiuto al padre. Quest’ultimo lo accompagnò presso il pronto soccorso dell’ospedale “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli, dove fu sottoposto a un delicato intervento chirurgico di asportazione della milza.

Attraverso le indagini svolte dai carabinieri, fu possibile risalire all’artefice dell’aggressione e il giudice, in base ai riscontri investigativi, dispose il suo arresto in carcere. Attualmente è ai domiciliari.

La vittima era assistita dall’avvocata Speranza Faenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellato per strada, perse la milza: 4 anni e 4 mesi all’aggressore

LeccePrima è in caricamento