Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Monteroni di Lecce

Accosta due ragazze sullo scooter e si tocca i genitali

E stato indagato in stato di libertà per atti osceni in luogo pubblico e violenza privata dagli agenti delle volanti per fatti accaduti a Lecce lo scorso 7 aprile. Si tratta di un 37enne di Monteroni

Chissà cosa gli è passato dalla mente, quale fosse stato in realtà il suo obiettivo: mettere i bella mostra le sue parte intime e finirla lì, oppure credere che, così facendo, sarebbe riuscito a sedurre le due ragazzine. Qualunque sia stato il suo obiettivo, in tutti i casi fuori da ogni regola comportamentale, I.P., 37 anni, di Monteroni, è stato indagato in stato di libertà per atti osceni in luogo pubblico e violenza privata dagli agenti delle volanti per fatti accaduti a Lecce lo scorso 7 aprile.

Le indagini da parte delle forze dell'ordine per risalire all'uomo, sono iniziate quando, intorno alle 22,30 di quella data, la volate della polizia è intervenuta in via Santa Maria dell'Idria. Lì, poco prima, due minorenni avevano richiesto l'intervento del 113 perché in difficoltà. Quando le due ragazze si sono trovate davanti agli agenti, hanno raccontato che poco prima, mentre percorrevano a bordo del loro scooter i viali di circonvallazione, giunte in prossimità di un semaforo sul "rosso", si era accostata a loro un'autovettura con alla guida un uomo di circa 40 anni. Che, dopo aver acceso la luce interna dell'auto, si era denudato per iniziare a toccare con atteggiamento inequivocabilmente esibizionista le proprie parti intime.

Spaventate, le due ragazze erano ripartite a gran velocità. Niente da fare: l'uomo, sempre alla guida della su auto, era tornato ad affiancarle più volte, continuando a esibire e toccare i suoi genitali. Il balordo ha smesso di molestare le giovani allontanandosi solo quando ha notato che una delle due ragazze, utilizzando il cellulare, era riuscita a mettersi in contatto con la polizia.

Il giorno dopo quella brutta esperienza, le minorenni, accompagnate dai genitori, hanno sporto querela in Questura contro l'uomo, descrivendo con dovizia di particolari quanto avvenuto, e fornendo indicazioni che poi si sarebbero rilevate utili agli inquirenti per l'individuazione del responsabile. Come, per esempio, il colore dell'auto, alcune scritte adesive posizionate nella parte posteriore della carrozzeria, la presenza di un portapacchi ed una parte della targa della stessa.


Sulla scorta di quanto asserito dalle ragazze ed utilizzando i dati da loro forniti, la polizia ha individuato una autovettura perfettamente corrispondente alle descrizioni fornite dalle vittime. Così gli investigatori hanno scattato una fotografia al mezzo e al suo proprietario, che poi hanno fatto vedere alle ragazze, le quali hanno riconosciuto senza alcun dubbio l'autore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accosta due ragazze sullo scooter e si tocca i genitali

LeccePrima è in caricamento