Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Accusato di aver intascato 30mila euro di bolli auto, arriva la condanna

Due anni e quattro mesi in primo grado per il titolare di un'agenzia, accusato di non aver mai versato all'Aci il denaro ricevuto

LECCE - Un maxi ammanco di circa 30mila euro dalle casse dell'agenzia di cui era responsabile. Soldi incassati dai clienti per il bollo dell’auto e mai finiti nelle casse dell’Aci. Dalle verifiche eseguite è risultato il denaro mancante, da qui si è poi sviluppata l’inchieat che ha portato a processo il titolare dell’agenzia, S.T., in un comune del nord Salento.

I giudici della seconda sezione penale, hanno condannato l’imputato a 2 anni e quattro mesi, accogliendo la richiesta del pubblico ministero. I fatti contestati si riferiscono all’anno 2011. L’uomo, assistito dall’avvocato Paolo Spalluto, si è sempre difeso spiegando di essersi offerto, subito dopo che i fatti erano stati scoperti, di versare il denaro, attraverso una rateizzazione. La vicenda finirà con ogni probabilità in appello. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di aver intascato 30mila euro di bolli auto, arriva la condanna

LeccePrima è in caricamento