menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Molestie su due piccole allieve, condannato collaboratore scolastico

E’ di due anni, col beneficio della pena sospesa, la condanna inflitta a un 70enne accusato di aver allungato le mani su due bambine. Disposto il risarcimento del danno per un totale di 40mila euro

SANNICOLA - Accusato di aver molestato due allieve di una scuola primaria a Sannicola, dove era in servizio come collaboratore, un 70enne ha rimediato una condanna a due anni di reclusione, col beneficio della pena sospesa. La sentenza è stata emessa oggi, nel processo discusso col rito abbreviato, dal giudice Marcello Rizzo che ha riconosciuto la lieve entità del fatto inizialmente contestato come violenza aggravata, concedendo così all’imputato il beneficio della pena sospesa.

Nei confronti delle famiglie delle due bambine, parte civile nel processo con l’avvocato Alessandro De Matteis, il giudice ha inoltre disposto il risarcimento del danno per 20mila euro ciascuna.

Non appena saranno depositate le motivazioni gli avvocati difensori Rocco Vincenti e Lanfranco Leo valuteranno il ricorso in appello.

Erano quattro gli episodi finiti nell’inchiesta condotta dal pubblico ministero Luigi Mastroniani, avvenuti nella sala mensa, all’uscita dal bagno e nei corridoi della struttura scolastica che vedevano come vittime due bambine (all’epoca dei fatti d’età inferiore ai 10 anni): su entrambe, l’uomo avrebbe allungato le mani e con una di queste, avrebbe usato la scusa di praticarle un massaggio.          

Durante le indagini, il collaboratore fu sospeso dal servizio e provò a chiudere il procedimento con un patteggiamento a un anno e due mesi (pena sospesa), ma il gip Edoardo D’Ambrosio, chiamato a valutare l’istanza, la respinse, ritenendo la pena insufficiente in rapporto alla gravità delle accuse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento