Cronaca Alezio

Accusato di aver molestato la figliastra, arriva la condanna in primo grado

Due anni e due mesi per l’uomo di 32 anni di Alezio, accusato di violenza sessuale aggravata ai danni della figlia della convivente

LECCE – Condanna a 2 anni e due mesi per l’uomo di 32 anni residente ad Alezio, accusato di violenza sessuale aggravata ai danni della figlia della convivente, non ancora dodicenne, assistito dagli avvocati Rocco Vincenti e Lanfranco Leo. L’accusa ha chiesto una condanna a 5 anni.

L’imputato ha sempre respinto le accuse, affermando di non avere mai sfiorato la ragazza e che il presunto tentativo di palpeggiamento, riferito dall’undicenne alla madre, non sarebbe mai avvenuto. Tesi sostenuta anche in sede di interrogatorio di garanzia dopo l’arresto avvenuto a fine gennaio scorso.

I fatti sarebbero avvenuti a dicembre. La ragazzina, trovandosi in casa da sola con il patrigno, sarebbe stata avvicinata per essere palpeggiata, riuscendo però a svincolarsi, stando a quanto riferito poco dopo alla madre, avvisata per telefono. La donna, precipitatasi a casa e sentita la figlia, si è subito rivolta ai carabinieri, sporgendo la denuncia che ha permesso di avviare l’inchiesta e raccogliere diversi elementi, sotto il coordinamento del pubblico ministero Maria Rosaria Micucci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di aver molestato la figliastra, arriva la condanna in primo grado

LeccePrima è in caricamento