rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Miggiano

Due scippi nello stesso giorno, 29enne patteggia tre anni di reclusione

Ha chiuso il suo conto con la giustizia Lucio Sammati, per gli episodi avvenuti lo scorso 25 gennaio a Miggiano, dove risiede. Durante l’interrogatorio, ammise gli addebiti: “Ero stressato e confuso”

MIGGIANO - Strappò la borsa a due donne mentre erano per strada, una delle quali, anziana, cadde a terra, rimediando lividi ed escoriazioni sulle gambe, sui fianchi e sulle braccia.

Gli investigatori, però, riuscirono a risalire alla sua identità e ad arrestarlo due giorni dopo. Si trattava di Lucio Sammati, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine.

Per i due episodi, avvenuti nella stessa giornata dello scorso 25 gennaio, il 29enne di Miggiano ha patteggiato per i reati di furto con strappo e rapina, attraverso l’avvocato difensore Luca Puce, tre anni di reclusione. La sentenza è stata emessa ieri dal giudice del tribunale di Lecce Marcello Rizzo.

Dopo l’arresto ai domiciliari, l’uomo ammise gli addebiti davanti alla gip Laura Liguori, spiegando di aver agito in quel modo per “stress e confusione” causati dalla mancanza di denaro. Fu tuttavia magro il bottino di cui riuscì a impossessarsi nelle due azioni: effetti personali, documenti, un cellulare e dieci euro.

In considerazione della confessione, un mese dopo, la stessa giudice, su sollecitazione del pubblico ministero Alberto Santacatterina, emise il decreto di giudizio immediato, disponendo così il processo ordinario senza il passaggio intermedio dell’udienza preliminare. Notificato l’atto, Sammati ha scelto poi di chiudere la vicenda giudiziaria in breve tempo col rito del patteggiamento che gli ha consentito di ottenere uno sconto sulla pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due scippi nello stesso giorno, 29enne patteggia tre anni di reclusione

LeccePrima è in caricamento