Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Acqua e metano nella zona industriale, regalo di Natale per le imprese

Dopo anni di attesa si sbloccano due servizi essenziali per le attività produttive. Minerva: “Servizio idrico e rete del gas una realtà”

GALLIPOLI – Servizio idrico e allaccio alla rete del gas metano sono ora una realtà per la zona industriale di Gallipoli che dopo oltre un decennio potrà finalmente godere dei servizi primari per garantire la produttività delle aziende. Una situazione atavica che si è sbloccata in questi giorni dopo le sollecitazioni e gli incontri istituzionali che da oltre un anno a questa parte hanno visto protagonisti il Comune, l’Acquedotto pugliese e il Consorzio Asi. Il presidente di Aqp, Nicola De Santis, a seguito di un incontro ufficiale dell’ottobre dello scorso anno a Gallipoli, aveva fornito ampie rassicurazioni al presidente dell’area di sviluppo industriale, Angelo Tondo, e al sindaco Stefano Minerva, sulla possibilità di dotare l’area della zona degli insediamenti produttivi, lungo la provinciale per Sannicola, di una idonea rete idrica e fognante realizzando nuovi collegamenti alla rete e le condutture necessarie. Il tempo è trascorso inesorabile, lo scetticismo e i sacrifici degli “eroici” titolari di una decina di imprese insediate nella zona industriale si sono sempre più accentuati, ma ora il futuro sembra meno nebuloso. Il rifornimento di acqua bianca e presto anche del gas metano sono i nuovi servizi a disposizione della zona industriale per garantire la produttività e magari per attrarre anche nuovi investitori.                   

L’annuncio è stato dato in queste ore dal sindaco Stefano Minerva mentre già da qualche giorno soni stati vista all’opera mezzi e operatori intenti a realizzare gli allacci necessari per l’attivazione dei servizi. L’acqua è già arrivata. Ed è già un risultato storico visto che nell’area realizzata dall’ex consorzio Sisri e dove operano, come detto, una decina di aziende produttive, nel corso di circa trent’anni, erano state realizzate le principali opere di infrastrutturazione quali strade, illuminazione ed il frazionamento dei lotti per consentire l’avvio delle procedure per l’insediamento delle imprese. Ma ad oggi, l’area in questione (per complessivi 100 ettari) che insiste a ridosso della statale 101 e della provinciale per Sannicola, era priva delle infrastrutture fondamentali quali acqua, fogna e parte della rete di illuminazione, potenziata solo recentemente. Le stesse aziende sono da sempre state costrette a sostenere costi straordinari per l’approvvigionamento dell’acqua potabile e l’allontanamento dei reflui fognari. Il pressing su Regione e Acquedotto, avviato già negli anni scorsi (le sollecitazioni e gli incontri con l’assessore Loredana Capone e le mozioni nell’assise comunale dell’allora consigliere comunale Giuseppe Coppola non sono mancati) ha ora dato i suoi frutti sotto l’egida dell’amministrazione del sindaco Minerva che ha continuato a raccordarsi con le istituzioni regionali e con l’Asi al fine di sbloccare la problematica.                

“Grazie alla sollecitudine del consorzio Asi e del suo presidente, all'impegno della dottoressa Antonella Greco, componente del Consiglio di amministrazione dell'Area di sviluppo industriale, e a seguito degli incontri con il presidente dell'Acquedotto e con l' ingegnere Marcello Rainò, responsabile della Macro area territoriale di Lecce” spiega il sindaco Minerva, “siamo riusciti ieri ad attivare la fornitura dell'acqua che serve la zona industriale. Ritengo l'episodio un evento storico ed epico, visto che quest'area può oggi vantare servizi importanti e questo deve essere un monito per gli imprenditori ad investire nella zona industriale di Gallipoli". E tra i nuovi servizi ecco pronta anche l’estensione della rete del metano che non prevede ulteriori costi aggiuntivi per le casse comunali. “Abbiamo rispolverato i residui di metratura per le condotte del gas” conclude il primo cittadino, “realizzando l'infrastruttura necessaria a servire la zona industriale anche del metano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua e metano nella zona industriale, regalo di Natale per le imprese

LeccePrima è in caricamento