Coppia si ritrova i ladri in casa: lei urla, il marito si ferisce per inseguirli

Paura ieri sera ad Acquarica del Capo. L'uomo era sotto la doccia e s'è tagliato con il vetro quando ha sentito la consorte urlare ed è uscito di corsa. Sul posto carabinieri e polizia

Nel fotogramma si nota perfettamente il cacciavite tenuto in mano dietro la schiena.

ACQUARICA DEL CAPO – Paura e rabbia. Paura, perché vedersi due malviventi di fronte, in casa, uno dei quali con un grosso cacciavite in mano, è un’immagine che la mente non cancella certo in pochi giorni. Rabbia, perché i ladri sono riusciti a fuggire rischiando per giunta di provocare una tragedia. Non ci sono state colluttazioni, ma il malcapitato proprietario di casa, quando ha sentito la moglie urlare, era sotto la doccia. E, uscendo in tutta fretta, ha rotto il vetro della doccia, ferendosi a un polpaccio.

È successo ieri sera, ad Acquarica del Capo (comune orami fuso con Presicce), intorno alle 20. I ladri, immortalati dalle videocamere, si sono presentati in due al cospetto di un uscio di una villetta di via Capitano Cazzato. Magri e agili, maglie scure, berretti con visiera, mascherine anti-covid che ormai stanno quasi soppiantando i passamontagna, jeans e scarpe da ginnastica, prima hanno provato a capire se in casa ci fosse qualcuno, citofonando. Poi, siccome dall’interno non c’è stata riposta, hanno forzato la porta d’ingresso e si sono intrufolati in cerca di soldi e oggetti preziosi.

Video | Effrazione, ingresso e fuga: i ladri in azione

Probabilmente i proprietari non avevano sentito squillare il campanello. Sta di fatto che pochi istati dopo essersi intrufolati in casa, i due malviventi sono fuggiti a gambe levate. Già, perché la donna si è accorta della loro presenza e ha iniziato a urlare, attirando l’attenzione del marito che, a quel punto, è scappato da sotto la doccia con una tale foga da ferirsi, continuando comunque a camminare, lasciando tracce di sangue lungo tutto il corridoio. E quando, di lì a poco, sono arrivati anche alcuni parenti, hanno pensato che ci fosse stata una vera e propria aggressione. 

L’uomo è stato visitato in ospedale a causa delle ferite, per fortuna non gravi. Intanto, sono ovviamente state chiamate le forze dell’ordine. Sul posto sono arrivati i carabinieri dipendenti dalla compagnia di Tricase e gli agenti di polizia del commissariato di Taurisano. Sono state acquisite le immagini di videosorveglianza e le testimonianze della coppia, molto scossa per l’accaduto. In ogni caso, non hanno fatto a tempo a rubare nulla e, visto il trambusto, si saranno lasciati Acquarica alle spalle in un baleno.  

Ma come sono arrivati i ladri sul posto? Si sospetta che abbiano usato un’auto di grossa cilindrata, una Bmw grigia station wagon, ripresa in altre circostanze, ma di cui non è stato possibile leggere la targa. Nella zona di Acquarica, infatti, alcuni residenti lamentano altri furti patiti, uno tentato ai danni di un’anziana vedova, in cui i ladri sono scappati dopo aver forzato una persiana e aver visto accendersi all’improvviso la luce, l’altro, riuscito, in cui avrebbero portato via soldi in contanti e qualche gioiello.        

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con auto rubate durante il lockdown: fermata la banda

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

  • Scavalca tre muri dopo il furto: fuga spericolata, ma braccato e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento