Sorpresi a rubare, rocambolesca fuga nei campi: uno viene acciuffato

I poliziotti di Taurisano hanno bloccato un 26enne. Con i complici stavano forzando una finestra del market Coop di Acquarica del Capo

ACQUARICA DEL CAPO – Due sono riusciti a fuggire, ma Ferdinando Nicola Preite, 26enne di Taurisano, più che vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, non ha avuto scampo. Bloccato, è finito in arresto dopo un assalto fallito al supermercato Coop di Acquarica del Capo, avvenuto nella tarda serata di ieri. A bloccarlo sono stati gli agenti di polizia del commissariato di Taurisano. Dopo segnalazioni, le volanti sono scattate sul posto, sorprendendo tre individui, tutti incappucciati e vestiti di nero, nel momento in cui stavano tentando di scardinare una finestra a colpi di martello.

Quando hanno visto i poliziotti, i tre sono subito fuggiti, cercando di dileguarsi attraverso le campagne vicine. E dovendo abbandonare una pesante borsa piena di arnesi da scasso che a quel punto era solo d’ingombro. Così, dopo aver scavalcato il muro di cinta di una casa in costruzione, sono stati inseguiti a piedi dai poliziotti, in mezzo alla campagna completamente avvolte dal buio. Due sono riusciti a svignarsela, ma uno è stato bloccato. Addosso aveva ancora guanti e passamontagna. E, una volta tolto, è stato subito riconosciuto.

Oltre alla borsa, gli agenti hanno recuperato anche una mazzola di grosse dimensioni, uno scalpello, cacciaviti, una mola elettrica e altro ancora.  Tutto buttato all’aria durante la precipitosa fuga e ora sotto sequestro. Una volta portati nel commissariato e sentito il magistrato di turno, Preite è stato arrestato e condotto nella sua abitazione, ai domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una curiosità. Ferdinando Nicola Preite è fratello di Edoardo Preite, 32enne. Quest’ultimo è stato arrestato solo una decina di giorni addietro, sempre dagli agenti del commissariato diretto dal vicequestore Salvatore Federico e sempre dopo una fuga rocambolesca, in quel caso a Ugento, bordo di uno scooter con il quale lui e un complice, riuscito a svignarsela, hanno seminato il panico guidando all’impazzata, nel tentativo di eludere un controllo, fino a piombare per terra dopo essersi imbattuti in una grossa pozzanghera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento