rotate-mobile
Anche multiproprietà / Casarano

Affitti per le vacanze: tasse e imposte evase, al setaccio il Capo di Leuca

Controlli dei finanzieri in diverse e rinomate località. Scoperti redditi in nero per oltre 110mila euro: i proprietari degli immobili non hanno saputo dare una giustificazione dal punto di vista fiscale. In alcuni casi esibiti semplici scritture private senza registrazione

CASARANO/LEUCA – Al setaccio gli affitti di appartamenti e ville che costituiscono uno dei segmenti più lucrosi del mercato vacanziero: i controlli dei militari della guardia di finanza, solo nell’ultima tornata, hannoportato alla scoperta di redditi non sottoposti a tassazione per un importo di oltre 110mila euro.

Le verifiche dei finanzieri delle tenenze di Santa Maria di Leuca e Casarano hanno interessato il Capo di Leuca e, in particolare, Pescoluse, Torre Pali, Torre Vado, San Gregorio, Ugento, Lido Marini, Torre San Giovanni. Un’ampia zona, insomma, dove la locazione a fini turistici la fa da padrona. I titolari degli immobili, in numerosi casi, non hanno saputo giustificare gli affitti dal punto di vista fiscale, limitandosi in alcune circostanze a esibire accordi scritti (senza la registrazione presso l’Agenzia delle Entrate).

Nelle maglie dei controlli sono incappate varie tipologie di immobili: dai fabbricati adibiti a uso abitazione, alle case per locazioni turistiche brevi – che nelle località più rinomate comportano corrispettivi considerevoli -, passando per le multiproprietà. Altri accertamenti sono in corso per quantificare l’imposta di bollo e di registro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitti per le vacanze: tasse e imposte evase, al setaccio il Capo di Leuca

LeccePrima è in caricamento