Ritrovato l’affresco rubato: dopo 27 anni “Fuga dall’Egitto” torna a Ruffano

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli, ha consentito di restituire alla Chiesa del Buon Consiglio il dipinto trafugato il 5 maggio del 1992

I carabinieri nella chiesa di Ruffano.

RUFFANO – I carabinieri del Comando tutela patrimonio e ambiente restituiscono alla Chiesa del Buon Consiglio di Ruffano un dipinto trafugato nel maggio del 1992. Nella giornata di ieri, alla presenza del sindaco della cittadina del basso Salento, si è svolta la cerimonia di riconsegna del dipinto raffigurante Fuga dall’Egitto di autore ignoto, asportato il 5 maggio di 27 anni addietro.

L’attività, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli, è scaturita da un controllo amministrativo effettuato presso un esercizio di antiquariato partenopeo, all’esito del quale sono state individuate delle opere che per la loro natura e iconografia potevano corrispondere a quelle rubate da alcuni luoghi di culto. Di fondamentale importanza per l’individuazione del prezioso bene è risultata la comparazione dell’immagine, con quelle contenute nella Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, che ne ha confermato la provenienza illecita.Senza titolo-33

La restituzione del dipinto si inserisce nella più complessa opera di sensibilizzazione che il comando dell’Arma quotidianamente compie con i responsabili degli Uffici diocesani, anche attraverso la divulgazione, ai parroci, della pubblicazione “Linee guida per la tutela dei beni culturali ecclesiastici”, realizzata dal comando nel 2014 in collaborazione con la Conferenza episcopale italiana che, oltre a contenere consigli pratici per la difesa dei beni, diffonde le iniziative di catalogazione e censimento dei beni delle Diocesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presenti, alla cerimonia di ieri, anche il sindaco ruffanese Antonio Rocco Cavallo, del parroco don Nicola Santoro, del comandante della compagnia dei carabinieri di Casarano, capitano Massimiliano Cosentini, del comandante del Nucleo carabinieri tutela patrimonio culturale di Napoli, maggiore Giampaolo Brasili e del comandante della stazione di Ruffano, maresciallo maggiore Daniele Luigi Tricarico. Un mese addietro, lo stesso comando dell'Arma ha anche rinvenuto una preziosa statua, raffigurante San Vito e rubata da un santuario di Galatone nel 1981: era fnita nei circuiti delle aste d'arte all'estero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripresa del virus in provincia di Lecce: 33 i positivi, tra questi bimbo di 4 mesi

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento