Cronaca

Agente a nuoto nel sottovia per salvare intrappolati

Storia al limite dell'inverosimile a Lecce: due persone a mollo con l'auto in panne nel sottopassaggio, per via della pioggia di stanotte. L'acqua era arrivata al metro e mezzo di altezza. Salvati

28042009700

La storia ha quasi dell'incredibile, perché per effettuare il salvataggio di due dipedenti di una ditta di pulizie intrappolati in un'auto finita letteralmente a mollo nel sottopassaggio di viale Leopardi, un agente di polizia della sezione volanti ha dovuto effettuare una sorta di traversata a nuoto. Ma, al di là del bel gesto, la questione riapre uno squarcio sulla sicurezza di un sottovia che negli anni spesso è stato additato perché vetusto e pericoloso. L'acquazzone imperversato nella notte appena trascorsa ha infatti trasformato questa lingua di asfalto che s'inarca nel sottofondo, prima di riemergere in superficie, collegando due punti della circonvallazione, in una piscina nella quale avrebbero fatto volentieri a meno di un bagno fuori stagione una donna di 47 anni ed un uomo di 32 della ditta di pulizie "Bianco Srl". Sono rimasti bloccati nel pieno centro, con l'auto della ditta, una Fiat 600, in panne, e l'acqua che aveva raggiunto circa il metro e mezzo d'altezza. Panico totale per i due, con gli sportelli incastrati.

Il fatto è avvenuto intorno alle 7,45 di questa mattina. La sala operativa della questura di Lecce, su segnalazione di alcuni cittadini, ha inviato alcuni agenti in prossimità del sottopassaggio. Le acque reflue avevano ormai coperto quasi del tutto la Fiat 600 bianca. All'interno, i due occupanti, impossibilitati ad uscire da soli dall'abitacolo e che richiedevano aiuto a gran voce. Una situazione al limite dell'inverosimile, in pieno centro, con uno dei due poliziotti che, per evitare una tragedia, ha deciso di immergersi in acqua, raggiungendo, a nuoto, non senza difficoltà, l'autovettura, ed aprendo lo sportello anteriore del lato di destra, mettendo in salvo i due occupanti, insieme ad altri poliziotti che si sono adoperati per farli uscire del tutto da quella situazione. I malcapitati erano infatti stremati e tremavano per il freddo

La circolazione stradale è stata deviata in entrambi i sensi di marcia e sul posto sono intervenuti personale dei vigili del fuoco e un'autoambulanza del 118. I pompieri hanno trainato l'automobile fuori dal sottopassaggio, mentre il personale medico ha prestato ai due dipendenti le prime cure del caso. Per fortuna, nessuna conseguenza, a parte una normale agitazione emotiva. Successivamente sono intervenuti anche gli agenti della polizia municipale, che hanno provveduto a ristabilire la sicurezza della circolazione. Per la 47enne ed il 32enne, una disavventura che non scorderanno facilmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agente a nuoto nel sottovia per salvare intrappolati

LeccePrima è in caricamento