Cronaca

Aggrappate al cigno bianco spinte al largo dalla corrente. Recuperate dalla guardia costiera

Brutta avventura nel pomeriggio a Mancaversa per due bambine di sei e sette anni che giocavano su un piccolo gonfiabile che vento e corrente hanno sospinto fino a Torre Suda. Rientrato l’allarme anche per la madre di una delle bimbe che aveva tentato di raggiungerle a nuoto

La motovedetta rientrata in porto dopo il soccorso

MANCAVERSA (Taviano) - Un pomeriggio di apprensione e una  brutta avventura vissuta  da due bambine, di sei e sette anni, che a bordo del loro piccolo gonfiabile erano state sospinte al largo non riuscendo più a guadagnare la riva. Le malcapitate sono state tratte in salvo dal tempestivo intervento della guardia costiera di Gallipoli che ha compiuto il soccorso nella zona a ridosso tra la marina di Mancaversa e Torre Suda.

Tanta l’apprensione dei genitori e dei bagnanti presenti sul litorale quando hanno avuto contezza di quanto stava accadendo. Nel primo pomeriggio infatti le due piccole, una di 6 anni di Taviano e l’altra di 7 anni della provincia di Varese, stavano giocando in mare su un piccolo gonfiabile (a forma di cigno bianco) quando l’effetto combinato del vento di tramontana e della corrente le ha trascinate al largo.

Quando i genitori se ne sono accorti era ormai troppo tardi per provare un recupero a nuoto, anche se la mamma di una delle due è stata vista tentare un recupero entrando in acqua. E così i bagnanti presenti sulla costa della marina di Mancaversa hanno, a più riprese, contattato il numero blu 1530 della sala operativa della capitaneria di porto di Gallipoli.

Ricevute le segnalazioni e le richieste di soccorso i militari della guardia costiera sono intervenuti con la motovedetta, abilitata alla ricerca e al soccorso in mare, che dalla banchina del porto di Gallipoli ha fatto rapida rotta verso il litorale sud, in direzione di Mancaversa.

Un ulteriore elemento di incertezza, nei primi concitati momenti d'intervento, è stato proprio il mancato rientro a terra di uno dei genitori che era stato visto in mare, all’inseguimento a nuoto del gonfiabile, e per il quale era stata inviata una pattuglia via terra e un secondo mezzo via mare.

Il gonfiabile, a forma di cigno di colore bianco, è stato poi intercettato al largo di Torre Suda e le due bambine sono state subito recuperate a bordo della motovedetta. Dopo mezz’ora si sono fermate anche le ricerche della madre, in quanto era già tornata a riva, ed è stata rintracciata dal personale della guardia costiera, in buone condizioni, a terra.

Al termine del recupero in mare la motovedetta della capitaneria ha fatto rientro nel porto di Gallipoli e le bambine, già accudite e tranquillizzate dal personale a bordo, una volta sbarcate, hanno potuto riabbracciare i propri genitori e a scopo precauzionale sono anche state visitate dal personale medico del 118, giunto sulla banchina.  

La brutta avventura vissuta dalle due bambine ripropone le raccomandazioni da parte della guardia costiera che invita tutti i bagnanti a non allontanarsi mai troppo dalla costa usando materassini, ciambelle, piccoli canotti gonfiabili, specialmente con venti sostenuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggrappate al cigno bianco spinte al largo dalla corrente. Recuperate dalla guardia costiera

LeccePrima è in caricamento