Cronaca

Aggredisce e tenta di strangolare una donna: in manette per tentato omicidio

Gli agenti della Squadra mobile hanno arrestato nella notte un 56enne brindisino che ha aggredito e ferito in casa una donna rumena, sua conoscente. Secondo il racconto della vittima sarebbe stata colpita ripetutamente con un vaso e stretta al collo con il flessibile della doccia

LECCE - Una vile e brutale aggressione perpetrata, stando ad una prima e sommaria ricostruzione dei fatti, tra botte e colpi inferti con un vaso. E con un tentativo di strangolamento con il tubo flessibile della doccia.

La vittima di una storia di inaudita violenza è una donna rumena di 46 anni, che vive a Lecce, picchiata selvaggiamente da un suo conoscente, un uomo della provincia di Brindisi che nella notte è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile della questura di Lecce.                 

I poliziotti sono intervenuti dopo che la donna, ferita e decisamente scossa per l’accaduto, è giunta presso il pronto soccorso dell’ospedale di Copertino. Presa in cura dal personale medico, la donna presentava delle vistose ferite alla testa e in varie parti del corpo, ed ha raccontato agli investigatori di essere stata selvaggiamente picchiata da un suo conoscente, all’interno dell’abitazione dell’uomo, il quale, dopo l’aggressione, l’ha riaccompagnata a casa a Lecce.

Avviate subito le indagini gli agenti sono risaliti all’identità dell’uomo, Salvatore Perrone 56enne residente a San Donaci che dovrà ora rispondere dell’accusa di tentato omicidio. I poliziotti hanno raggiunto l’aggressore  presso il suo domicilio e una volta all’interno dell’abitazione hanno rinvenuto delle evidenti tracce della violenza che si era consumata in quell’appartamento come raccontato dalla vittima.    

Sono stati sottoposti a sequestro quindi alcuni oggetti utilizzati durante le fasi dell’aggressione. Tra questi anche gli abiti dell’uomo, rinvenuti ancora intrisi di sangue. E ancora dei frammenti di un vaso che, sulla base del racconto reso dalla donna, sarebbe stato maneggiato e usato per colpirla. Sotto sequestro anche il tubo flessibile della doccia anch’esso utilizzato dal 56enne nel tentativo di strangolare la malcapitata.

L’uomo come detto è stato arrestato ed è al momento a disposizione dell’autorità giudiziaria. Proseguono ovviamente i riscontri e le indagini da parte degli agenti della squadra Mobile, diretti da Alessandro Albini.

Al momento non è chiaro il movente che ha generato la brutale aggressione, anche se dai primi elementi raccolti e dalla ricostruzione dei fatti sembrerebbe che la violenta reazione dell’uomo sia giunta al culmine di una violenta lite per motivi passionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce e tenta di strangolare una donna: in manette per tentato omicidio

LeccePrima è in caricamento