Cronaca

Aggredisce un ospite della comunità dove si trova ai domiciliari, in carcere

E' finito anche a Borgo San Nicola anche un 51enne di Racale che dovrà scontare quasi un anno di carcere per spaccio di sostanze stupefacenti

LECCE – Nuovi guai per Mario Pizzi, 31enne di Melissano finito agli arresti domiciliari lo scorso 18 marzo nella comunità “Le Sorgenti”, per una presunta vicenda di estorsione aggravata e continuata. Nonostante la misura restrittiva il 31enne, lo scorso 21 aprile, si è reso protagonista di un’aggressione verbale e fisica nei confronti di un altro ospite della comunità.

Dell’aggressione è stata informata l’autorità giudiziaria che, dopo aver valutato l’inadeguatezza dell’attuale misura emessa e per impedire nuove condotte violente e aggressive, ha ritenuto di inasprire la misura cautelare applicando la custodia cautelare in carcere. Il nuovo provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Lecce, è stato eseguito ieri mattina dai carabinieri della stazione di Melissano. Dopo le formalità di rito Pizzi è stato trasferito dai carabinieri nel carcere di Borgo San Nicola.

Sempre ieri i militari della stazione di Racale hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di Emanuele De Fusco, 51 anni. L’ordinanza è stata emessa dalla Procura generale della Repubblica di Lecce. Fusco dovrà espiare una pena residua di 11 mesi e 26 giorni, oltre al pagamento di una multa di 4mila euro per una condanna, ormai definitiva, relativa allo spaccio di sostanze stupefacenti. Il 51enne fu fermato, nell’aprile del 2011, con 25 grammi di eroina, suddivisi in 20 dosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce un ospite della comunità dove si trova ai domiciliari, in carcere

LeccePrima è in caricamento