rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Uno è finito in carcere, l’altro ai domiciliari / Otranto

Aggrediscono cameriere e fuggono con la sua auto. Arrestati i rapinatori

L’episodio nel pomeriggio di ieri nel parcheggio di una pizzeria di Otranto. Dopo aver malmenato un 22enne e anche altri sei dipendenti i due responsabili si sono allontanati a bordo della Citroen della vittima. Bloccati dai carabinieri

OTRANTO - Dopo aver raggiunto la zona del parcheggio della pizzeria, hanno aggredito un giovane cameriere, e dopo avergli sottratto le chiavi dell’auto, si sono dileguati a bordo delle Citroen C3 del malcapitato. La loro fuga non è comunque durante a lungo, visto che dopo l’allarme lanciato dal personale del locale, i carabinieri hanno subito individuato, e tratto in arresto, i due responsabili della rapina.

E’ stato un pomeriggio alquanto movimentato quello di ieri nei pressi della pizzeria “Nelson Park”, lungo la statale 16 Adriatica di Otranto, quando intorno alle 18 si è consumata l’aggressione e una rapina.

Ad agire due giovani residenti ad Andrano, Silvano Massafra, 25 anni e Gabriele De Matteis, 28 anni, quest’ultimo per altro senza nessun precedente specifico e quindi sino a ieri incensurato.

Secondo quanto si è potuto appurare i due si sono recati nei pressi del parcheggio del locale idruntino dove hanno aggredito un cameriere 22enne, riuscendo alla fine a sottrargli la propria autovettura.

Nemmeno l’arrivo di altri sei dipendenti della pizzeria, richiamati da quanto stava accadendo nei pressi della struttura, è servito a fermare i due rapinatori, che dopo aver aggredito anche gli altri lavoratori, si sono dati alla fuga a bordo della Citroen sottratta al cameriere.

Sul posto si sono quindi portati i carabinieri della stazione di Otranto, che raccolte le prime testimonianze e i primi elementi utili, hanno avviato le indagini. In breve tempo, in collaborazione anche con i militari della stazione di Spongano, i due rapinatori sono stati individuati e bloccati presso l’abitazione di Massafra. Anche la Citroen sottratta poche ore prima è stata ritrovata e restituita al legittimo proprietario.

Su disposizione del magistrato di turno, Alessandro Prontera, per Silvano Massafra Silvano è stato disposto il trasferimento nel carcere di Lecce, mentre per Gabriele De Matteis sono stati disposti gli arresti domiciliari. Difesi entrambi da legale Alberto Corvaglia, rispondono dei reati di concorso in rapina aggravata e lesioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggrediscono cameriere e fuggono con la sua auto. Arrestati i rapinatori

LeccePrima è in caricamento