menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredito con bottiglie e forbici nel centro d'accoglienza: due denunce

Uno straniero rimasto ferito, due nigeriani denunciati e un altro soggetto da identificare. E' successo nella notte a Ortelle

ORTELLE – Hanno inseguito e aggredito un altro extracomunitario, mandandolo in ospedale. E ora due nigeriani sono indagati per lesioni personali aggravate. Non hanno esitato a usare armi di fortuna, ovvero bottiglie di vetro e un paio di forbici. E il malcapitato ha riportato alcune ferite. Di mezzo ci si è messo il personale della struttura e, dopo, i carabinieri della stazione di Poggiardo, che hanno svolto gli accertamenti e contestato le accuse a carico di A.R. e F.A., rispettivamente di 23 e 20 anni.

Tutto è avvenuto nel cuore della notte a Ortelle. I protagonisti della vicenda sono ospiti presso il centro di accoglienza straordinaria per stranieri richiedenti protezione internazionale. E qui sono piombati i carabinieri di Poggiardo, dipendenti dalla compagnia di Maglie, attorno alle 2,30, per verificare i fatti e condurre i sospettati in caserma. Si è scoperto così che verso le 22,10 la vittima era stata inseguita e aggredita non solo dai due riconosciuti come responsabili, ma anche da un terzo ospite della struttura, al momento non ancora identificato. I motivi dell’aggressione non sono del tutto chiari. Forse dovuti a difficoltà di convivenza  reciproca nella struttura.

Il giovane ferito, trasportato presso l’ospedale “Ignazio Veris Delli Ponti” di Scorrano, e tuttora ricoverato nel reparto di Ortopedia, ha riportato in particolare ferite lacerocontuse al torace (pettorale anteriore sinistro) e all’anulare della mano destra. Non corre rischi, ma è al momento sotto osservazione e i medici non si sono ancora espressi sui giorni di guarigione.

Soleto: guida con patente revocata e droga

Detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e patente revocata, per di più con recidiva. Nei guai è finito T.L., 59enne di Soleto, fermato dai carabinieri della stazione locale, dipendenti dalla compagnia di Maglie.

L’uomo è stato fermato dai militari in via Foscolo. Era  alla guida del suo scooter Suzuki, ma senza patente. Gli era stata revocata in precedenza. Durante una perquisizione personale e in casa, i militari hanno poi trovato anche 9,40 grammi di tipo marijuana e materiale per confezionare dosi. Tutto finito sotto sequestro, insieme al ciclomotore, che è stato affidato in custodia giudiziale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento