Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Centro / Porta Napoli

Aggredisce controllore alla fermata del bus e scappa. Rintracciato, finisce nei guai

Un 32enne è stato denunciato con l'accusa di violenza ad incaricato di pubblico servizio e lesioni volontarie pluriaggravate. Alle 19 di giovedì, nei pressi di Porta Napoli, ha ferito un dipendente della Sgm con calci e una testata, che gli hanno provocato escoriazioni guaribili in dieci giorni

Uno dei mezzi della Sgm

LECCE – “Esibisca il biglietto, prego”. E, al posto del titolo di viaggio, sono volati calci e persino una testata. Sono stati momenti di terrore quelli vissuti da uno dei controllori della società di trasporti Sgm di Lecce che, intorno alle 19 di giovedì, è finito in ospedale con un taglio al sopracciglio ed una contusione alla gamba, a seguito della colluttazione a bordo del mezzo.

 Un individuo avrebbe preferito sferrare i colpi alla vittima, anziché far pagare la multa ad un'amica. Quest'ultima, secondo le dichiarazioni della vittima, avendo infranto il regolamento, ha chiesto "aiuto" al giovane uomo che attendeva alla fermata del bus. E' partita dapprima una testata al controllore, poi un calcio dirtto all'arto inferiore. Dopo l’aggressione, quest'ultimo è fuggito, assieme all'amica sprovvista di biglietto, approfittando del mezzo ancora in sosta in viale Francesco Calasso,  nei pressi dell’Obelisco, e di Porta Napoli. Entrambi sono scesi rapidamente, infischiandosene di aver arrecato lesioni all’uomo, e allontanandosi senza aver fatto i conti con i testimoni che, assistendo alla scena, hanno riferito tutto quanto agli agenti di polizia delle volanti, per poi ripartire con 25 minuti di ritardo.

M.G., un leccese di 32 anni, noto alle forze dell’ordine e sorvegliato speciale, è stato rintracciato poco dopo proprio dal personale della questura, e denunciato a piede libero per interruzione di pubblico servizio, violenza ad Incaricato di pubblico servizio e lesioni volontarie pluriaggravate. Il controllore, 53enne, che intanto è stato soccorso dagli altri passeggerie dal collega alla guida del mezzo, è finito al “Vito Fazzi” dove, terminati gli accertamenti, è stato dichiarato guaribile in circa dieci giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce controllore alla fermata del bus e scappa. Rintracciato, finisce nei guai

LeccePrima è in caricamento