Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Lucio Inguscio e il figlio aggrediti davanti al Calasso: denunciato 20enne

Un 20enne avrebbe picchiato Luca, 17enne, per futili motivi. La spedizione punitiva all'interno del cortile dell'istituto tecnico commericale, in via Belice. Il consigliere del Pdl ha cercato di fermare l'aggressore

Lucio Inguscio.

LECCE – Se la caverà con una decina di giorni di prognosi per trauma occipitale e facciale, lesioni ad una mano e ad un ginocchio, mentre per figlio, con il setto nasale rotto, ne saranno necessari almeno venticinque. Per entrambi quella di lunedì è stata una mattinata da dimenticare. Terminata con le cure del personale medico e con una denuncia per aggressione sporta da Lucio Inguscio, consigliere comunale del Pdl, e dal figlio Luca, contro un giovane di 20 anni.

Secondo la ricostruzione offerta successivamente dai malcapitati agli agenti di polizia intervenuti dopo la chiamata ricevuta, erano trascorsi pochi minuti dopo le 13 quando Luca Inguscio, 17enne, nel cortile dell’istituto tecnico commerciale “Francesco Calasso” veniva avvicinato dal giovane, M.T., di 20 anni, che lo avrebbe primo colpito con una testata e poi con una serie di pugni

Il consigliere comunale, che attendeva il figlio all’esterno del cortile parcheggio, è intervenuto quando ha visto il figlio venirgli incontro sanguinante e barcollante. Ma per tutta risposta sarebbe stato anche lui colpito dal giovane che, risalito su una Lancia Y di colore celeste, ha provato una prima volta ad allontanarsi.

A quel punto Lucio Inguscio ha raccontato di  avergli intimato di fermarsi, mettendosi davanti al veicolo. Il giovane alla guida, però, non avrebbe inteso assecondarlo, ma, anzi, l’ex assessore sarebbe finito a terra colpito dal paraurti dell’auto in movimento. Tra i due ragazzi, secondo quanto si è appreso, erano intercorse alcune telefonate nei giorni precedenti il cui contenuto potrebbe racchiudere il pretesto per l'aggressione. 

SOLIDARIETA' DALLA POLITICA LECCESE

Attestazione di affetto per la famiglia Inguscio da parte del sindaco, Paolo perrone: "Ci siamo rassicurati sulle condizioni di salute del consigliere Lucio Inguscio e di suo figlio. Questo grave atto di violenza, tanto più che ha visto protagonisti ragazzi che dovrebbero esserne decisamente lontani, non ha fortunatamente comportato conseguenze preoccupanti per l'amico Lucio. Al il giovane Luca, che sappiamo essere stato già dimesso, auguriamo una pronta guarigione". 

In una nota, “l’Udc leccese esprime ferma condanna e solidarietà al consigliere comunale Lucio Inguscio e, se possibile, ancora di più al figlio ancora minorenne, per il raccapricciante episodio di cui sono stati vittime. Ci consola sapere che il consigliere Inguscio sia riuscito a far individuare alle forze dell’ordine uno dei due indegni responsabili del gesto violento. Ci auguriamo che sia individuato e catturato al più presto anche il secondo aggressore. Simili episodi danno da riflettere sulla sicurezza della nostra città e su un degrado che travalica i confini del bullismo. Attendiamo fiduciosi gli esiti delle indagini. Nel frattempo – conclude la nota -, auguriamo a Lucio Inguscio e a suo figlio di riprendersi il prima possibile, fisicamente e moralmente, da un evento così grave”.

Solidarietà arriva anche dal gruppo consiliare del Pdl, da Lecce Citta del mondo e da Grande Lecce, compagini della maggioranza di Palazzo Carafa. “Dinanzi a episodi di violenza di questo genere, soprattutto quando vedono protagonisti giovanissimi, si resta amareggiati e disorientati. Il gruppo consiliare di Grande Lecce esprime tutta la sua solidarietà e vicinanza all'amico consigliere Lucio Inguscio e a suo figlio Luca, vittima di una immotivata aggressione fisica. Non ci sono state conseguenze drammatiche, fortunatamente. Resta il fatto che questi episodi, anche se isolati, meritano una attenta riflessione. Che nascano da motivazioni  prettamente fanciullesche o meno, le azioni violente devono essere duramente condannate. Ci auguriamo che il giovane Luca si rimetta presto e possa tornare alla normalità. Ai suoi genitori – conclude la nota -, l'augurio che i momenti di spavento possano lasciare il passo a una ritrovata serenità”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucio Inguscio e il figlio aggrediti davanti al Calasso: denunciato 20enne

LeccePrima è in caricamento